Emis Killa 2018

Al controverso tweet del rapper è succeduta una netta replica dell’amministrazione comunale

E’ ormai al centro del dibattito pubblico la spinosa situazione di Riccione, celeberrima località balneare che accoglie d’estate migliaia di giovani da tutt’Italia. La questione della microcriminalità, in forte aumento nel comune della riviera romagnola, sta sollevando moltissime polemiche sui social come Twitter o Facebook, dove si commenta proprio la mancanza di sicurezza in alcune strade della cittadina.

Non si è tirato indietro da questo problema Emis Killa, che ha duramente denunciato la situazione di Riccione sul suo profilo, commentando così: “Tanto per rimanere in tema, Riccione è diventata Marsiglia comunque. Una volta i giovani andavamo li a divertirsi, le famiglie anche. Ora dopo le 18:00 se sei un bravo ragazzo devi avere paura a farti una passeggiata sul lungomare. Le manganellate nelle ginocchia ci vogliono”.

La dichiarazione di Emis Killa, oltre ad aver ricevuto numerosi dissensi per via del richiamo alla violenza nella parte finale, è arrivata sino alla sindaca di Riccione Daniela Angelini, che ha replicato: “Sono indignata dalle parole di Emis Killa. Le respingo con forza e le ritengo frutto di assoluto malafede, ha raccontato una Riccione che non esiste. A tutela dell’onorabilità della città che rappresento, dei nostri operatori, dei cittadini e degli ospiti stessi che amano Riccione, i nostri legali sono già al lavoro per procedere con le opportune azioni giudiziali, volte a punire questa gratuita diffazione ed a ottenere il risarcimento del danno d’immagine conseguente“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.