Enula

Recensione del primo progetto discografico d’inediti della giovane cantante

Come per tradizione anche per la giovane Enula dopo l’esperienza ad “Amici” è arrivato il momento della pubblicazione del primo EP d’inediti intitolato ‘Con(torta)‘. Ha inizio così, quindi, il percorso discografico dell’interprete e cantautrice milanese che, all’interno del talent show di Maria de Filippi, si è fatta conoscere ed apprezzare per la propria vocalità sensuale ed intensa oltre che per una personalità artistica ed interpretativa già ben distinta e definita.

Le canzoni |

Otto tracce tra cui presenziano cinque brani inediti e tre speciali reinterpretazioni di celebri successi nazionali ed internazionali. L’identità artistica di Enula viene ben raccontata dalla title-track Con(torta) che gioca unendo un leggero suono electropop ad una vocalità soffiata che acquista di spessore grazie alle sovrapposizioni. La produzione di Katoo si rivela particolarmente aderente all’attualità radiofonica mentre, invece, il testo si concentra sull’idea di “come si fa a preferire le vertigini al coraggio di saltare”.

Maggiormente valorizzante per la vocalità si rivela la produzione di Frenetik&Orange per Auricolari che dispone di un’ottima apertura nell’inciso. Con una purezza vocale accentuata Enula riesce a farsi carico dell’intero peso della canzone riempiendola con la sua sola dinamica. Strumentalmente simile risulta essere anche Da sola (con me) dotata di una produzione sempre incentrata su colori sintetici per raccontare l’essenza di una donna che affronta la vita.

L’attenzione verso componenti musicali internazionali si manifesta in Llorona che utilizza l’idea della lingua spagnola arrivando ad annullare quasi del tutto la componente strumentale e puntando, invece, totalmente sulla resa sonora che la voce può essere capace di imprimere. In questo senso si spiegano anche le presenze delle riuscite cover di Gabriel e di Eres mi religion.

Il vero apice, però, è rappresentato indiscutibilmente da Impronte che sfrutta il mestiere di Franco126 e Dario Faini per trovare un brano perfettamente aderente all’attualità ma capace, al contempo, di mantenere forte l’unicità artistica della sua interprete. Dardust realizza il solito arrangiamento poco invasivo ma sempre centrale. Enula, invece, ha tra le mani una nuova apertura melodica che, nell’inciso, le permette di esprimere i suoi colori vocali più belli, sensuali ed identificativi. A questa prova si accoda anche la cover di La musica non c’è che riesce a restituire una versione coerente con la prova originaria di Coez pur senza correre il rischio di risultarne una copia priva di personalità.

In conclusione |

Enula - Con(torta) EP

Per Enula questo Con(torta) senz’altro un inizio positivo di un percorso artistico e discografico difficile. Dalla sua la giovanissima interprete milanese ha una personalità non indifferente che si può benissimo ritrovare anche nella sua musica. Ciò che deve mettere a fuoco è soprattutto il proprio suono: a volte troppo minimale, abbozzato ed intimo, altre troppo pressapochista, frettolosamente costruito o incredibilmente simile ad altre proposte. La sua voce e la sua interpretazione sono già a buon punto: le serviranno canzoni e produttori in grado di esaltarle.

Migliori tracce | Impronte – Auricolari

Voto complessivo | 7/10

Acquista qui l’album |

Con(torta) | Tracklist e stelline

  1. Impronte ★★★★★★½☆
    [Enula, Franco126 – Dario Faini]
  2. Con(torta) ★★★★★½☆☆☆
    [Enula, Alessandro La Cava]
  3. Auricolari ★★★★★★★
    [Enula]
  4. Da sola con me ★★★★★★☆☆☆☆
    [Gerardo Pulli, Marco Spaggiari, Rocco Giovannoni]
  5. Llorona ★★★★★☆
    [Enula]
  6. Gabriel ★★★½☆☆
    [Andrew Barlow, Guy Sigsworth, Lou Rhodes]
  7. La musica non c’è ★★★★★★☆
    [Coez, – Niccolò Contessa]
  8. Eres mi religion ★★★★½
    [Olvera Sierra Jose Fernando]
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.