Il rapper milanese ci racconta il suo nuovo progetto discografico, tra consapevolezza e sperimentazione

Arriverà sulla pista d’atterraggio degli store digitali e tradizionali a partire da venerdì 25 gennaio “Paranoia Airlines”, il quinto album di Federico Lucia, alias Fedez. Il disco contiene sedici tracce inedite, tra cui svettano le collaborazioni internazionali con Zara Larsson, LP, Trippie Redd e quelle nostrane con Annalisa, Emis Killa, Tedua e la Dark Polo Gang. Anticipato dai singoliPrima di ogni cosa“, “Che c***o ridi” e Holding out for you“, l’album nasce dal desiderio spontaneo di rimettersi in gioco in veste solista dopo il prolifico sodalizio con J-Ax e la fine dell’era Comunisti col Rolex“. A quattro anni e mezzo di distanza dal lancio del suo ultimo lavoro Pop-Hoolista, l’artista torna a mescolare i generi giocando con il rap, la trap, la dance e il pop.

«Dopo tre anni vissuti in coppia ho sentito l’esigenza di rimettermi in studio a lavorare e sperimentare da solo – spiega Fedez – questo disco è nato dalla libertà di poter realizzare un album che non rispondesse troppo alle logiche di mercato e alla competizione che, comunque, si avverte sempre. L’intento è stato quello di non realizzare un prodotto scontato, senza fare quello che ci si potesse aspettare da me, ho seguito l’istinto e realizzato ciò che mi sentivo di fare in questo momento. Al primo ascolto può risultare un disco un po’ cupo, è decisamente un lavoro molto introspettivo che mi ha aiutato a capire come affrontare molti lati d’ombra della mia persona, un modo per esorcizzare un certo tipo di paure lasciandosele alle spalle».

Paranoia Airlines | Tracklist

1.    Prima di ogni cosa
2.    Holding out for you (con Zara Larsson)
3.    Amnesia
4.    Che c***o ridi (con Tedua & Trippie Redd)
5.    Paranoia Airlines
6.    FuckTheNoia (con Annalisa)
7.    Record
8.    Kim & Kanye (con Emis Killa)
9.    Sfregi e difetti
10.  L’una per l’alcol
11.  Così
12.  Un posto bellissimo
13.  Cosa senza spine (con LP)
14.  Segni
15.  Buongiornissimo
16.  TVTB (con la Dark Polo Gang)

Paranoia Airlines | Video-Conferenza

«Il titolo è nato dalla title track – prosegue il rapper milanese – l’ho scelto perché credo che rispecchi alla perfezione il periodo che ho vissuto in questo ultimo anno e mezzo, se non gli ultimi ventinove anni della mia vita. Ho avvertito il bisogno di superare determinate paure e particolari ansie, alcune addirittura esistenziali, che hanno fatto parte della mia esistenza. L’amore mi ha aiutato a raggiungere più consapevolezza, a sconfiggere tutti i fantasmi che si sono aggirati nei miei pensieri. Ci tengo a ringraziare Michele Canova che ha lavorato alla produzione della parte preponderante del disco, oltre che Takagi & Ketra che hanno realizzato insieme a me altri tre brani».

«Tra le collaborazioni presenti in questo disco, spicca quella con Annalisa nel brano “FuckTheNoia”, che racconta come si possa cadere nell’apatia, anche quando nella vita sembra che apparentemente possa non mancarti nulla. In “Che c***o ridi” descrivo un mondo abbastanza disilluso e disincantato che penso ormai di conoscere abbastanza bene, mentre in “Sfregi e difetti” ho parlato di crescita e maturità, di come la vita ti porti inevitabilmente ad una perdita di leggerezza e spontaneità, che bisognerebbe ritrovare sempre. “Prima di ogni cosa” è il singolo dedicato a mio figlio, ci tenevo che fosse un brano unico, completamente diverso dagli altri, un pezzo che avrei potuto scrivere in modo diverso e più universale, ma ho voluto renderlo il più personale possibile, per questo motivo mi ha molto stupito il suo successo e, addirittura, il disco di platino» ha raccontato Fedez a proposito delle tracce per lui più rappresentative del disco.

Per quanto riguarda la possibilità di partecipare a Sanremo, spiega: «Sarò sincero, mi cago sotto a calcare il palco dell’Ariston, anche solo come ospite. Quattro anni fa ho accompagnato Lorenzo Fragola e ho capito la difficoltà, avvertendo un po’ l’ansia da prestazione, pur non essendo io direttamente in gara. Uno dei miei più grandi punti deboli è che mi fa tremendamente paura cantare in televisione, nei concerti no ma con la telecamera davanti sì, sono due contesti completamente diversi. Con questo non voglio dire che non andrei mai in assoluto al Festival, lo farei ma la vivrei molto male, per me non per il contesto».

«Da marzo tornerò ad esibirmi dal vivo, in realtà è la prima volta che realizzo un tour nei palazzetti, almeno da solo se si esclude il progetto “Comunisti col Rolex”, conclusosi con lo spettacolo in scena a San Siro. Con “Pop-Hoolista” avevo realizzato un paio di date al Forum di Assago e una al Palalottomatica, da solista mi sono sempre esibito nei club. Stiamo lavorando ad un qualcosa di molto particolare che non è mai stato fatto, ma non posso svelare molto perché dobbiamo ancora capire alcune fattibilità. In scaletta ci saranno le canzoni dei miei album precedenti e gran parte di questo disco, ma non abbiamo ancora composto una tracklist», racconta l’artista a proposito delle sue date dal vivo. Info e biglietti su vivoconcerti.comticketone.it.

Paranoia Airlines Tour | Le date

Venerdì 15 Marzo 2019 – Firenze – Nelson Mandela Forum
Sabato 16 Marzo 2019 – Torino – Pala Alpitour
Giovedì 21 Marzo 2019 – Bologna – Unipol Arena
Sabato 23 Marzo 2019 – Montichiari (BS) – PalaGeorge
Giovedì 28 Marzo 2019 – Ancona – PalaRossini
Sabato 30 Marzo 2019 – Eboli – PalaSele
Martedì 2 Aprile 2019 – Acireale (CT) – Pal’Art Hotel
Venerdì 5 Aprile 2019 – Roma – PalaLottomatica
Lunedì 8 Aprile 2019 – Milano – Mediolanum Forum – SOLD OUT
Sabato 13 Aprile 2019 – Padova – Kioene Arena
Domenica 14 Aprile 2019 – Conegliano (TV) – Zoppas Arena

Subito dopo il lancio del disco, Fedez incontrerà i suoi fan e firmerà le copie di “Paranoia Airlines” nel tradizionale instore tour che toccherà le principale città italiane. Di seguito gli appuntamenti in programma.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

One thought on “Fedez sviscera ansie e paure in “Paranoia Airlines””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.