Paola Perego conduce la 64esima edizione del Festival di Castrocaro, in giuria: Ermal Meta, Noemi, Margherita Vicario e Boosta

Sarà trasmessa questa sera, venerdì 7 settembre, in prima serata su Rai Due a partire dalle 21.20, la finalissima del Festival di Castrocaro 2021. Alla conduzione Paola Perego, che torna alla guida della kermesse per la quarta volta. Al suo fianco, come spalla comica, ci sarà Valeria Graci, mentre in giuria faranno il loro esordio: Ermal Meta, Noemi, Margherita Vicario e Boosta.

Il Padiglione delle Feste di Castrocaro Terme e Terra del Sole (Forlì – Cesena), ospita quello che possiamo considerare il primo talent show della storia. Prodotta da Rai2 in collaborazione con Arcobaleno Tre, con la regia affidata a Stefano Vicario, la manifestazione ha saputo resistere alle pieghe del tempo, confermandosi nel corso dei decenni come trampolino di lancio per artisti emergenti.

La rassegna dedicata alle voci nuove, giunta alla sua 64esima edizione, ha dato i natali a numerosi protagonisti della musica italiana: da Gigliola Cinquetti a Giuni Russo, passando per Fiorella Mannoia, Alice, Luca Barbarossa, Michele Zarrillo, Fiordaliso, Zucchero, Eros Ramazzotti, Fiorello, 883, Nek e Laura Pausini, solo per citarne alcuni.

A contendersi l’ambito titolo, che prevede la possibilità di accedere di diritto alle audizioni dal vivo di Sanremo Giovani, saranno otto talentuosi giovani concorrenti: Bandito, Leo Meconi, Federica Marinari, Mirall, Namida, Sintesi, Simo Veludo e Vite Parallele. Nel corso degli ultimi giorni, abbiamo intervistato e imparato a conoscere i ragazzi. Di seguito le loro dichiarazioni.

Le videointerviste ai finalisti di Castrocaro 2021

  • Bandito

  • Federica Marinari

  • Namida

  • Vite Parallele

  • Sintesi

  • Leo Meconi

  • Simo Veludo

  • Mirall

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.