Club Dogo

FIMI, vendite album fisici settimana 3 del 2024: podio tutto nuovo con Club Dogo, Antonacci e Subsonica

Podio rivoluzionato dalle nuove uscite nella classifica che monitora il solo mercato fisico

Importante novità introdotta quest’anno della FIMI che, a fianco delle consuete classifiche che riguardano album e singoli, ha deciso di introdurre una classifica relativa alle vendite di cd, vinili e musicassette, sostituendola a quella incentrata sui soli vinili e tornando finalmente a fornire un’ottima fotografia di quello che è il mercato fisico. Un premio agli artisti che i dischi riescono a venderli ancora venendo però penalizzati da un meccanismo ormai troppo sbilanciato a favore dello streaming, e anche un segno di rispetto nei confronti dei consumatori che ancora li comprano.

Ecco quindi gli album di artisti italiani più venduti nel corso dell’ultima settimana, la 3 del 2024.

  1. Club Dogo – Club Dogo (NEW)
  2. Biagio Antonacci – L’inizio (NEW)
  3. Subsonica – Realtà aumentata (NEW)
  4. Gemitaiz – QVC10 (-2)
  5. Pink Floyd – The dark side of the moon (-1)
  6. Peter Gabriel – I/O (+5)
  7. Renato Zero – Autoritratto (-4)
  8. Sfera Ebbasta – X2VR (-2)
  9. Calcutta – Relax (-1)
  10. Venditti & De Gregori – Il concerto (=)
  11. Salmo, Noyz Narcos – CVLT (-4)
  12. Travis Scott – Utopia(=)
  13. Simba La Rue – Tunnel (-12)
  14. Jung Kook – Golden (+1)
  15. Nirvana – Nirvana(NEW)
  16. Vale Lambo – Lamborghini a Via Marina (NEW)
  17. Travis Scott – Astroworld(NEW)
  18. Elisa – Intimate (-2)
  19. Francesco Guccini – Canzoni da osteria (-10)
  20. Laura Pausini – Anime parallele (-1)

https://t.me/recensiamomusica

The following two tabs change content below.

Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.
Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.