Folcast 2021

Recensione del singolo portato in scena al Festival di Sanremo 2021

Il soul-blues è una materia complicata e sempre più ardua da proporre musicalmente. Il rischio è quello di passare per quelli bravi ma insensibili, tecnicamente perfetti ma empaticamente deboli. Folcast con la sua Scopriti, invece, ha dimostrato in quel del Festival di Sanremo 2021 che una voce potente, una padronanza vocale importante ed una musicalità strutturata e raffinata hanno ancora degli spazi in cui muoversi potendo ambire al raggiungimento dell’emotività dell’ascoltatore.

E non è forse un caso che questo tentativo di raggiungere il cuore corrisponda all’invito di svestirsi per lasciare che la pelle possa essere raggiunta più facilmente dai raggi del sole oltre che dalla forza di quell’amore di cui, tra i versi, viene tratteggiato il contorno.

Su di un arpeggio tutto blues che regge l’intera melodia Folcast si lascia andare al racconto del proprio io in preda al più forte dei sentimenti. Lo fa destreggiando un timbro a tratti sabbioso e a tratti, invece, potente, chiaro e tecnicamente a proprio agio anche in tonalità impegnative da raggiungere.

Ne esce un manifesto di un amore inusuale che viene raccontato da Folcast pur senza mai citarlo direttamente o sancirne troppi rigidi confini. Il risultato premia e convince l’ascoltatore che non può che farsi coinvolgere da una melodia che fa riassaporare mondi musicali oggi un po’ sottotraccia ma che, in realtà, rappresentano la nostra più autentica tradizione e il nostro più importante orgoglio.

Acquista qui il brano |

Scopriti | Testo

Scopriti
Che fuori non piove
Non fa neanche freddo
E batte forte il sole
Però c’è confusione
Tra le nostre parole
Non mi sento più le gambe
M’hai lasciato qui in mutande
Su ‘sta sedia senza ruote
Che gira intorno a stanze vuote
E non mi sento più la faccia
Questo cuore adesso macchia
Spero questo tu lo sappia
Sì chi io ero e chi avevi davanti
Ma, ma, ma, ma quindi tu
Scopriti
Che fuori non piove
Non fa neanche freddo
E batte forte il sole
Scopriti che fuori non piove
Non fa neanche freddo
E batte forte il sole
Però c’è confusione
Tra le nostre parole
Mi sento come un latitante
Alla ricerca di una fonte, eh
Ma ho le scarpe rovinate
E dovrei cambiare le suole
E senza te non c’è risveglio
Questo cuore stava meglio
Spero questo tu lo sappia
Sai chi io ero e chi avevi davanti
Ma, ma, ma, ma quindi tu
Seguimi per stare meglio
Ogni rammarico è una bolla d’aria nel cervello
Tipo le volte che tu vuoi uscire
Io ti rispondo che son preso male
Ma che se vuoi andare
Vai vai, vai vai, vai vai, quindi tu
Scopriti
Che fuori non piove
Non fa neanche freddo
E batte forte il sole
Scopriti
Che fuori non piove
Non fa neanche freddo
E batte forte il sole
Però c’è confusione
Tra le nostre parole
Scopriti
The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.