lunedì, Giugno 17, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Fuoco di paglia, un gioiello di Mace, Marco Mengoni, Frah Quintale e Gemitaiz

Il 5 aprile il produttore Mace pubblica il suo nuovo lavoro discografico Maya, realizzato con 28 artisti tra i protagonisti della scena musicale italiana: Altea, Bresh, centomilacarie, Chiello, Coez, Cosmo, Digital Astro, Ele A, Ernia, Fabri Fibra, Frah Quintale, Franco 126, Fulminacci, Gemitaiz, Guè, Iako, Izi, Kid Yugi, Joan Thiele, Marco Castello, Marco Mengoni, Noyz Narcos, Rare?, Rkomi, Salmo, Tony Boy, Venerus, Vins.

“Un tempo la musica dallo scambio, poi negli anni è quasi tutta fatta in monosessione da un pomeriggio. C’è un produttore con la base, il cantante scrive al volo le rime e l’idea viene fuori in poco tempo. Non c’è un vero scambio tra le parti. Non c’è niente di sbagliato, ma volevo un approccio totalmente diverso, cercare di ricreare la magia degli anni 60 e 70 quando le band facevano tutto insieme. La musica, per me, deve essere la risultante dell’interazione tra persone che si sono scelte”.

Esperimento riuscito in pieno: l’album è un continuum spazio temporale in cui personalità diverse coesistono in maniera armonica pur rimanendo fedeli a se stesse.

Tra le 16 tracce che compongono l’album, una su tutte ci ha rubato il cuore: la nona.

Fuoco di paglia, un blues moderno.

La combinazione degli interpreti del brano è magistrale: il rap più melodico di Fraq Quintale si sposa con quello più duro di Gemitaiz e ciliegina sulla torta, Marco Mengoni nel ritornello che quel blues te lo fa arrivare dritto alla bocca dello stomaco, in tutta le sua potenza.

Il brano racconta di una relazione in cui i protagonisti vengono divorati dalla voracità dei propri sentimenti e ciò non è sempre un bene.

La passione può produrre un “fuoco di paglia” e quando ci si rende conto del pericolo si tenta di rallentare la corsa ma, inesorabilmente, si decide di lasciarsi andare, senza compromessi (“ogni tanto provo a dirtelo e mi scotto le labbra”).

Pur non essendo mai uscito come singolo, il brano ha già superato oltre 5 milioni di stream su Spotify, motivo per il quale da venerdì, finalmente, sarà in rotazione radiofonica.