Gaudiano - Sanremo 2021

Le dichiarazioni salienti della conferenza stampa di presentazione

Il giovane cantautore Gaudiano (a cui qui la nostra ultima intervista) è in gara al Festival di Sanremo 2021, nella categoria delle Nuove Proposte, con il brano Polvere da sparo. Per presentare la propria canzone ecco cosa ha raccontato in conferenza stampa:

“Le sensazioni sono veramente meravigliose. Ho appena finito le prove sul palco dell’Ariston e devo dire che il colpo d’occhio è assolutamente d’impatto. Io ho iniziato a far musica praticamente l’altro ieri, per questo cerco di rimanere connesso, non pensare alla competizione e rimanere concentrato sul messaggio che ho da portare con questa mia canzone. Sono carico, voglio concentrarmi per questa sera e spaccare”.

“Quando ho scritto questa canzone, come sempre faccio, l’ho fatto con la mia chitarra. Per me lo strumento è una vera appendice del mio corpo: non posso farne a meno. Con il mio team abbiamo scelto di non sottolineare anche con l’arrangiamento la drammaticità che le parole già comunicano: voglio ricordare mio padre, a cui questa canzone è dedicata, con una musica potente che potesse avvolgere l’ascoltatore. Per mio padre la malattia è stata davvero come una guerra“.

“Sono stato sempre molto affascinato da Giuliano Sangiorgi e i Negramaro, forse l’ultimo gruppo italiano che è riuscito a mantenere una propria identità musicale resistendo alla successiva ondata d’influenze estere a livello sonoro – ha raccontato Gaudiano a proposito delle proprie influenze musicali – “A livello internazionale mi sono sempre soffermato sul rock, sul punk-rock: amo alla follia i Green Day“.

“Vengo dal teatro e, anche in questa nuova sfida, mi sto facendo portare un po’ dalla corrente. I miei genitori mi hanno sempre indirizzato verso lo studio e la formazione. Quando ho finito il liceo classico ho studiato per 3 anni giurisprudenza prima di capire che il mio cuore mi portava verso il teatro. Ho fatto tantissimi musical importanti e ancor oggi spero di continuare la mia carriera teatrale perchè non voglio privarmi di nulla. E’ lo studio che mi ha portato ad avere oggi un po’ di sicurezza in più”.

Dopo Sanremo continuerò a scrivere andando verso la pubblicazione di un vero e proprio album. E poi ho in programma due concerti, uno a Roma e uno a Milano. Sono dei live fissati con ottimismo sperando che la situazione attuale venga presto ad essere risolto. Vorrei portare in scena uno spettacolo quanto più contaminato per sorprendere il pubblico e che si distingui dai concerti abituali. Sono convinto anche che questa situazione non derivi solo dall’emergenza Covid ma anche con una serie di altre scelte che l’umanità ha fatto nel corso degli ultimi anni”.

La nostra intervista a Gaudiano |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.