Gio Evan - Sanremo 2021

Le dichiarazioni salienti della conferenza stampa di presentazione

Prima partecipazione in gara per Gio Evan che ha inaugurato, nella prima serata, la sua avventura al Festival di Sanremo 2021 con il brano inedito Arnica. La canzone è anche il preludio alla pubblicazione di un nuovissimo progetto discografico intitolato ‘Mareducato”. Per presentare la propria canzone ecco cosa i Coma_Cose hanno raccontato in conferenza stampa:

“Anche con il teatro vuoto la diretta da la sensazione di una vita invisibile. – ha raccontato Gio Evan per raccontare la sensazione della sua prima esibizione al Teatro Ariston – Io purtroppo, o per fortuna, sono riuscito a vederli tutti i telespettatori che mi stavano guardando. E’ una sensazione strana ma ho la consapevolezza di non essere stato solo”. 

“Io non ho una cultura italiana. Ho attraversato altre terre nel mio percorso al fianco di una famiglia allargato. Non ho mai visto Sanremo e l’ho vissuto soltanto per sentito dire. Recupererò, promesso, perchè è molto bello tutto questo. Il fatto che Sanremo sia classificato come mainstream non mi interessa: l’indipendente in realtà non esiste. Siamo tutti in schiavitù: ben venga questo mainstream se invita a mettere davanti la persona”.

“Ho scelto ‘Gli anni’ per la serata delle cover perchè Max Pezzali mi ha accompagnato nei primi passi della mia adolescenza laddove neanche mio padre è riuscito ad entrare. La musica di Pezzali mi faceva stare bene perchè era uno di noi. Ho voluto celebrarlo perchè devo tantissimo a lui. ‘Gli anni’ ha la stessa sintonia nostalgica di ‘Arnica’. Ho scelto di condividere questa avventura con il cast di The Voice Senior perchè il mio desiderio era avere a che fare con delle persone vere, non precostruite”.

“Il tempo è una comodità di cui ci dotiamo ma in realtà non esiste. Io non parlo del tempo ma del salvare i momenti. Noi siamo fatti di momenti che tutti insieme fanno l’esperienza. Ho bisogno di ricordare quei momenti per capire me stesso. ‘Arnica’ è una canzone che vuole aiutarmi ad approfondire, a chiedere ‘come stai?’, ad imparare a toccarsi anche ora che non si può”.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.