Le canzoni italiane più belle dedicate all’ambiente e alla salvaguardia del nostro pianeta

Una delle poche ricorrenze celebrate in contemporanea in tutto il mondo è l’Earth Day, meglio conosciuta come la Giornata della Terra, indetta dalle Nazioni Unite e festeggiata annualmente il 22 aprile, un mese e un giorno dopo l’equinozio di primavera. Nata nel 1970, per sottolineare la necessità della conservazione delle risorse naturali del nostro pianeta, come semplice movimento universitario, nel tempo è diventato un appuntamento riconosciuto a livello internazionale per il proprio valore educativo ed informativo.

Fonte d’ispirazione per numerosi artisti, i temi dell’ecologia e della salvaguardia del nostro clima hanno da sempre ispirato le opere musicali. Noi di RecensiamoMusica abbiamo creato per voi una speciale playlist contenente le canzoni italiane più belle che parlano di questo argomento, in modo da sensibilizzare la coscienza di ciascun ascoltatore sulla tematica dell’inquinamento ambientale.

Giornata della Terra | Playlist

Adriano Celentano – Il ragazzo della via Gluck (1966)
Nomadi – Noi non ci saremo (1967)
Lucio Battisti – La canzone della terra (1969)
Giorgio Gaber – Com’è bella la città (1969)
Nino Ferrer – Viva la campagna (1970)
Adriano Celentano – Un albero di trenta piani (1972)
Sergio Endrigo – Ci vuole un fiore (1974)
Pierangelo Bertoli – Eppure soffia (1975)
Pino Daniele – Terra mia (1977)
Umberto Tozzi – Mamma Maremma (1979)
Francesco De Gregori – Terra e acqua (1979)
Riccardo Cocciante – Sulla terra io e lei (1983)
Eros Ramazzotti – Terra promessa (1984)
Adriano Celentano – Il contadino (1984)
Litfiba – Sulla terra (1986)
Gianna Nannini – Terra straniera (1986)
Al Bano Carrisi e Romina Power – Cara terra mia (1989)
Almamegretta – Terra (1993)
Mariella Nava – Terra mia (1994)
Enrico Ruggeri – Senza terra (1994)
Irene Grandi – Terra (1995)
Toto Cutugno – Voglio andare a vivere in campagna (1995)
Antonella Ruggiero – Nuova terra (1996)
Max Gazzè – Terra (1996)
Syria – La terra gira (1997)
Timoria – Terra senza eroi (1998)
Mario Venuti – Il libro della terra (1998)
Andrea Bocelli – Canto della terra (1999)
Bandabardò – Pianeta terra (2000)
Ivano Fossati – La disciplina della terra (2000)
Enzo Gragnaniello – Questa è la terra mia (2001)
Après La Classe – Terra (2002)
Gabry Ponte – Terra libera (2004)
Tiromancino – La terra vista dalla luna (2004)
Gianluca Grignani – La terra è un’arancia (2005)
Luca Bassanese – Terra adorata (2006)
Carmen Consoli – Madre terra (2006)
Giorgia – Mal di terra (2007)
Adriano Celentano – Sognando Chernobyl (2008)
Vinicio Capossela – La faccia della terra (2008)
Tazenda e Francesco Renga – Madre terra (2008)
Laura Pausini – Sorella terra (2008)
Rio e Fiorella Mannoia – Il gigante (2009)
Cristina D’Avena – C’era una volta la terra (2010)
Ligabue – Il sale della terra (2013)
Jovanotti – Terra degli uomini (2013)
Fabi-Gazzè-Silvestri – Il padrone della festa (2014)
Nek – La mia terra (2016)
Zucchero – Terra incognita (2016)
Attilio Fontana e Clizia Fornasier – Terra 2 (2016)
Fiorella Mannoia – La Terra da lontano (2016)
Braschi – Terra del fuoco (2017)
Amara – La terra è il pane (2017)
Dolcenera – Un altro giorno sulla terra (2018)
Thegiornalisti – L’ultimo giorno della terra (2018)

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

One thought on “Giornata della Terra, la nostra playlist a tema”
  1. Veramente “La canzone della terra ” è del 1973 pubblicata nell’album “Il nostro caro angelo”, e dello stesso Lp è “Le allettanti promesse ” canzone che tratta di un contadino che qualcuno vuole attrarre in città, ma lui rifiuta perché troppo occupato a lavorare in campagna, e poi la città non gli piace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.