Guzzi

Guzzi torna sulle scene con il brano “La notte porta consiglio

Se la notte porta consiglio, io di sicuro son rimasto sveglio / Con le mie ansie, con i miei pensieri, con le sirene dei carabinieri“. Canta questo Guzzi, all’anagrafe Alessandro Domenici, nel suo ultimo singolo rilasciato, intitolato proprio “La notte porta consiglio“. E d’altronde a chi non è mai capitato di andare a dormire, o almeno provarci, con le spalle appesantite da pensieri e angosce contrastanti, che di fatto portano via il sonno restituendo tonnellate di stress? Pensieri fulminanti, che arrivano per caso, così come è arrivata questa canzone tra le mani del cantautore di Pietrasanta.

Si trovava davanti allo schermo di un televisore Guzzi, quella sera che ha dato vita a questo brano: «Sono dovuto correre veloce a prendere la Moleskine blu prima che scivolasse via – ricorda -. Potrei dire l’ora esatta in cui è nata se ci pensassi a fondo. È arrivata quasi tutta, ad eccezione dei ritornelli, che sono arrivati la mattina dopo rimanendo fedeli al titolo della canzone».

Il brano, piacevolissimo all’ascolto, ha portato fino ad oggi grosse soddisfazioni all’artista, tra cui le fasi finali di Area Sanremo, il contest che porta due giovani aspiranti nuove stelle della musica italiana sul palcoscenico più ambito, quello del Teatro Ariston. Guzzi spiega: «Il festival, per uno come me che macina musica italiana da quando era bambino, è un sogno. Da lì sono passati tantissime delle canzoni che amo, e per me andare a Sanremo per questioni di musica è sempre una magia».

La decisione di presentare questa traccia è stata presa insieme al produttore Mirko Mangano, e l’intera esperienza delle audizioni è stata vissuta con spensieratezza, come fosse un gioco. Troppo lontano sembrava quel palco, eppure alla fine Guzzi ci è andato vicino: «Quando abbiamo letto il mio nome nei finalisti ho dormito male per un po’ di giorni, è stata un’esperienza micidiale per me. Alla fine non siamo riusciti a rientrare negli 8 vincitori, ma sono sicuro che il prossimo anno torneremo con il coltello tra i denti».

Guzzi, chi è?

Nato artisticamente nel mare azzurro della musica cantautorale italiana, Guzzi ha iniziato a muovere i primi passi nell’ambiente con l’amico Daniele Barsanti, cantautore di Lido di Camaiore. «Se mi metto a scrivere la canzone viene fuori da sola, mano a mano. Mi basta un foglio e una penna e le parole escono in automatico», afferma Domenici, che interrogato sul suo nome d’arte dice: «Mi piace l’idea di qualcosa che possa andare in qualsiasi direzione, senza dover chiedere permesso. Proprio come una moto».

La notte porta consiglio” non è di certo la prima traccia rilasciata dal cantautore: sulle piattaforme di musica digitale è possibile infatti ascoltare anche i singoli “Lampioni“, con cui ha debuttato a dicembre 2019, “24 Ore“, pubblicato nell’aprile dello scorso anno 2020, e “Domenica“, che risulta essere ad oggi il brano più ascoltato dell’artista su Spotify con circa 60mila riproduzioni, seguito dalla canzone sanremese, in viaggio oltre i 40mila stream.

The following two tabs change content below.

Andrea Picariello

Giornalista pubblicista salernitano, nato nello stesso anno in cui i Jalisse hanno vinto Sanremo. Music addicted ma, ancora di più, informazione musicale addicted. Quando cala la sera e ho paura del buio accendo la mia lampada di fiducia, che mi illuminerà la stanza: la musica.

By Andrea Picariello

Giornalista pubblicista salernitano, nato nello stesso anno in cui i Jalisse hanno vinto Sanremo. Music addicted ma, ancora di più, informazione musicale addicted. Quando cala la sera e ho paura del buio accendo la mia lampada di fiducia, che mi illuminerà la stanza: la musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.