Il racconto di una vita è l'asse portante di "Era bellissimo", il nuovo singolo de Il Cile - Recensiamo Musica

Il racconto di una vita è l’asse portante di “Era bellissimo”, il nuovo singolo de Il Cile

Dal 16 giugno è arrivato in radio e su tutte le piattaforme digitali il nuovo singolo de Il Cile intitolato “Era Bellissimo”, che anticipa il nuovo album d’inediti in uscita il prossimo 8 settembre 2017.

Lorenzo, dopo la pubblicazione del video del brano “La fate facile” (ve ne avevamo parlato qui), continua il percorso del racconto autobiografico: “Era bellissimo” parla della fine di un amore e della consapevolezza di trovarsi adulti e dover affrontare tutto da capo. Il videoclip ufficiale, che sarà online dal 19 giugno, è stato girato a Barcellona da Mario Monteiro ed è la ricostruzione, per immagini malinconiche e slavate, dei ricordi della relazione più importante e matura della vita.

Il brano racconta un addio consapevole ad un amore importante ed invincibile: è la Caporetto di un progetto di vita adulta che avrebbe previsto una convivenza, un piano esistenziale comune, una vita insieme pressochè eterna. In una giostra impazzita di ricordi, talvolta dolorosi e altre volte curativi, si avverte il freddo glaciale dello scoprirsi adulti e soli, contro tutto e tutti, a camminare con le proprie gambe per le strade della stessa città in cui per quattro anni, con sacrifici, fatiche e sudore, si aveva provato a costruire questo cammino di due mani unite e strette, di due corpi che respirassero all’unisono, di due anime pronte a difendersi dalle intemperie del quotidiano.

The following two tabs change content below.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent "Amici di Maria de Filippi"; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Giampiero Mastronuzzi

Mi avvicino alla musica dal 2007 grazie al talent “Amici di Maria de Filippi”; da allora seguo i cantanti usciti dai vari talent show e tutta la bella musica italiana.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *