Samuele Rizzuto Riccardo Castiglioni

Pubblicato il singolo d’esordio nato da una preziosa e giovane collaborazione

Disponibile su tutte le principali piattaforme digitali “Il senso del tempo che ho“, il nuovo brano di Samuele Rizzuto, compositore di Gallarate all’esordio come cantante, scritto con l’autore di Gorla Maggiore Riccardo Castiglioni.

L’attenzione melodica di Rizzuto e la ricerca letteraria di Castiglioni si incontrano per creare una dimensione emotiva che oltrepassi gli schemi e i limiti del nostro tempo.

La linea melodica” – spiega Samuele – “è molto particolare perchè mette in scena un’atmosfera che ti prende per mano accompagnandoti fino all’esplosione del brano e del suo significato. Prima ti culla, poi ti devasta e poi di nuovo ti accarezza. Ho rappresentato il cammino che  conduce verso i sogni nel momento in cui ti accorgi che non puoi più permetterti di sprecare il tempo che hai a disposizione. Dobbiamo avere il coraggio di esporci per difendere i nostri sogni“.

Siamo sentimenti oltre il tempo e non dentro al tempo” – sottolinea Riccardo – “Anzi, in questa canzone il sentimento è ciò che dà senso al tempo e non il contrario. Il sentimento è condizione necessaria di esistenza del tempo. Altrimenti siamo cose prive di significato, quindi insignificanti. Tra migliaia di ladri di tempo io ti accarezzerò con guanti di vento. Il concetto alla base è davvero una rivoluzione perchè annulla la necessità dell’evidenza materiale e trasporta tutto su un piano mentale”.

I cori che accarezzano la canzone in alcuni tratti sono un dettaglio che abbiamo voluto curare. Per questo, spiegano i due autori, teniamo a ringraziare Annalisa Lorenzi, cantante e insegnante de La Verdi Musica.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.