A tu per tu con la giovane e talentuosa artista siciliana, in uscita con il suo singolo d’esordio intitolato “Mi pesa

Tempo di nuova musica per Federica La Rocca, meglio conosciuta con lo pseudonimo di Kika, artista classe ’98 che abbiamo avuto modo di apprezzare nel corso della fase pomeridiana dell’ultima edizione di Amici. Si intitolaMi pesa il brano che segna il suo esordio discografico, in uscita per Beat Sound a partire dallo scorso 7 maggio, prodotto da Carlo Rizioli, Beppe Stanco e Valerio Carboni.

Ciao Federica, benvenuta. Partiamo da “Mi pesa”, qual è stata la genesi di questo pezzo?

«”Mi pesa” è nato all’inizio di una frequentazione abbastanza burrascosa, ma a lieto fine. Essendo una persona molto riservata, non riuscendo ad esprimere spesso a parole ciò che provo, ho buttato giù i miei pensieri in musica. Così nata questa canzone, scritta di notte come faccio abitualmente».

Riguardo l’esperienza di “Amici”, qual è il tuo personale bilancio di questa avventura?

«E’ stata dura, però considero questa esperienza come l’inizio della realizzazione di un sogno, perchè sono passata dalla mia stanzetta allo studio del più importante programma musicale italiano. Ti lascio immaginare lo shock, la paura e l’ansia. Comunque è stato bello, fondamentale, sono cresciuta e ho imparato un sacco di cose, perchè fino a quel momento non avevo mai avuto la possibilità di studiare. “Amici” è un’opportunità unica, tornando indietro rifarei tutto».

Per concludere, c’è una particolare lezione che senti di aver appreso dalla musica fino ad oggi?

«E’ dura, perchè sono tante le cose che ho imparato (sorride, ndr), però quello che ho capito è che la vita cercare sempre di buttarti a terra, per testare quanto sei forte. Ed è proprio nel momento di maggiore difficoltà che trovi la forza, quando pensi ormai di aver fallito, arriva quella spinta che ti riporta verso l’alto e ti fa riscoprire. Da quel momento non c’è più nulla che può spaventarti, perchè sei una persona più forte e consapevole».

Kika Mi pesa

© foto di Ivano “Ozzo” Tomba

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.