12 febbraio

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Questo 12 febbraio è il Darwin Day, la giornata che in tutto il mondo ricorda la nascita e celebra la carriera del celebre scienziato inglese Charles Darwin che, con le proprie teorie dell’evoluzione, ha letteralmente riscritto la storia evolutiva dell’uomo e non solo. Ma, a proposito di compleanni di figure internazionalmente note, oggi è anche la giornata che ricorda la data di nascita di Abraham Lincoln, sedicesimo presidente della storia degli Stati Uniti d’America.

Musicalmente quella del 12 febbraio è la giornata che ricorda la nascita di un’importante interprete come Claudia Mori, resa ancor più celebre anche grazie al matrimonio con Adriano Celentano, e di un cantautore ispirato come Angelo Branduardi.

LA CANZONE:

Il 12 febbraio 2014 arrivava in rotazione radiofonica la voce di Diodato per una delicatissima Babilonia che, nel frattempo, gareggiava nella cornice del circuito delle Nuove Proposte del Festival di Sanremo 2014.

Nel suo primo passaggio sanremese il cantautore tarantino, che poi avrebbe conquistato il secondo posto ed il premio della critica, metteva in evidenza tutto il suo talento autorale, la sua profondità interpretativa e la capacità di costruire attorno alla propria dimensione un’atmosfera suggestiva fatta da una potente orchestrazione e da un quadro narrativo avvolgente e simbiotico con l’ascoltatore.

Acquista qui il brano |

Babilonia | Videoclip

Babilonia | Testo

Cado e tu
Tu vieni a riprendermi
Sapessi cos’è un’anima
Saprei che cosa venderti
Cado e tu
Tu mi porti ancor più giù
Sei specchio dei miei limiti
Dei miei talenti inutili
Ogni volta poi, sai sorprendermi
Sei ogni cosa intorno
E poi non ci sei più
Non ci sei
Io non lo so come fai a sbattermi così
Che certi giorni ho il cuore nero e sembra sempre lunedì
E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me
Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere
Sia possibile ogni cosa, questa sana follia
Sia capace di mostrarmi
Mi basta, mi porti via da qui
Dall’assurda e inutile Babilonia
Babilonia
Cado e tu
E tu mi porti ancor più giù
E in questi abissi gelidi
Respiro sogni liquidi
Ma ogni volta poi, sai sorprendermi
Quando penso di toccare il fondo
Mi riporti su, mi riporti su, mi riporti su
Io non lo so come fai a sbattermi così
Che certi giorni ho il cuore nero e sembra sempre lunedì
E la notte ha mille sguardi che si nutrono di me
Poi la luce li cancella ed io ritorno a credere
Sia possibile ogni cosa, questa sana follia
Sia capace di mostrarmi
Mi basta, mi porti via da qui
Dall’assurda e inutile Babilonia
Babilonia
Babilonia
Babilonia

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.