12 gennaio - Eppure sentire (un senso di te)

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Giorno di rivoluzioni questo 12 gennaio dato che, con sè, porta le ricorrenze dell’inizio delle sommosse del 1848 a Palermo che da lì avrebbero dato il via ai cosiddetti moti del ’48 in tutt’Europa contro la Restaurazione ma anche del primo momento di diffusione di un segnale radio a lunga distanza a partire dalla Tour Eiffel a Parigi (1907).

Anche musicalmente la giornata è una di quelle importanti dato che, proprio oggi, ricorre l’anniversario della pubblicazione in tutto il mondo del primo, omonimo, progetto discografico dei Led Zeppelin (1969) che avrebbe dato il via ad una carriera stellare e rivoluzionaria per la musica internazionale.

LA CANZONE:

L’11 gennaio 2007 arrivò in tutte le radio Eppure sentire (un senso di te), un brano delicatissimo, e ancor oggi amatissimo, di Elisa che così affidava la propria voce al mondo cinematografico per ‘Manuale d’amore 2’, opera diretta dal regista Giovanni Veronesi. In un periodo particolarmente fortunato della sua carriera la cantautrice friulana giungeva con questo brano a confrontarsi con la lingua italiana in una delle sue primissime occasioni anche da un punto di vista autoriale.

Con un canto soave e leggerissimo Elisa si trova a dar voce a tutte quelle volte in cui si vive l’impressione che, in tutto quello che ci circonda, sia custodita la traccia di un amore o di una persona a noi cara che, in qualche modo, continua a far parte della nostra vita malgrado una sua possibile assenza.

Acquista qui il brano |

Eppure sentire (un senso di te) | Videoclip

Eppure sentire (un senso di te) | Testo

A un passo dal possibile

A un passo da te
Paura di decidere
Paura di me

Di tutto quello che non so
Di tutto quello che non ho

Eppure sentire
Nei fiori tra l’asfalto
Nei cieli di cobalto – c’è

Eppure sentire
Nei sogni in fondo a un pianto
Nei giorni di silenzio – c’è

un senso di te

mmm…mmm…mmm…mmm…
C’è un senso di te
mmm…mmm…mmm…mmm…
Eppure sentire
Nei fiori tra l’asfalto
Nei cieli di cobalto – c’è

Eppure sentire
Nei sogni in fondo a un pianto
Nei giorni di silenzio – c’è

Un senso di te

mmm…mmm…mmm…mmm…
C’è un senso di te
mmm…mmm…mmm…mmm…

Un senso di te
mmm…mmm…mmm…mmm…
C’è un senso di te

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.