24 febbraio

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 24 febbraio è la giornata in cui l’Estonia festeggia la propria indipendenza nazionale ma è anche il giorno in cui, nel 1980, veniva annunciato pubblicamente da Buckingham Palace il fidanzamento tra il Principe Carlo e Diana Spencer. In musica il 24 febbraio è anche il giorno in cui, nel 2020, è stata superata la soglia di dieci miliardi di canzoni acquistate su iTunes.

Musicalmente quella del 24 febbraio è la giornata che ricorda la nascita di un apprezzatissimo cantautore come Gigi d’Alessio che, negli anni della sua fortunata attività discografica e musicale, ha rappresentato una vera e propria bandiera della melodia partenopea, del pop sentimentale e della musicalità neomolodica sia nel nostro Paese che all’estero.

LA CANZONE:

Il 24 febbraio 1988 veniva presentata dalla voce graffiata di Fausto Leali l’immortale Mi manchi. Proprio in quei giorni la canzone era in gara al Festival di Sanremo dove ottenne il 5° posto finale dietro alla vittoria di Massimo Ranieri con ‘Perdere l’amore’.

Il racconto di una storia d’amore giunta al capolinea si snoda tra i versi tra ricordi, rimorsi e un dolore interiore che non da pace al cuore. Con il suo ritornello straziante ed incisivo la canzone è divenuta negli anni uno dei cavalli di battaglia del repertorio di Fausto Leali ma è stata interpretata anche da altri artisti tra cui, una versione particolarmente celebre, venne realizzata da Andrea Bocelli nel 2006 per l’album ‘Amore’.

Acquista qui il brano |

Mi manchi | Videoclip

Mi manchi | Testo

Mi manchi
Quando il sole da’ la mano all’orizzonte
Quando il buio spegne il chiasso della gente
La stanchezza addosso che non va più via
Come l’ombra di qualcosa ancora mia
Mi manchi
Nei tuoi sguardi e in quel sorriso un po’ incosciente
Nelle scuse di quei tuoi probabilmente
Sei quel nodo in gola che non scende giù
E tu, e tu
Mi manchi, mi manchi
Posso far finta di star bene, ma mi manchi
Ora capisco che vuol dire
Averti accanto prima di dormire
Mentre cammino a piedi nudi dentro l’anima
Mi manchi
E potrei cercarmi un’altra donna ma m’ingannerei
Sei il mio rimorso senza fine, il freddo delle mie mattine
Quando mi guardo intorno e sento che mi manchi
Ora che io posso darti un po’ di più
E tu, e tu
Mi manchi
E potrei avere un’altra donna ma m’ingannerei
Sei il mio rimorso senza fine
Il freddo delle mie mattine
Quando mi guardo intorno e sento che mi manchi

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.