3 marzo

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Per il Giappone il 3 marzo è la giornata che ricorda la festa di Hinamatsuri tradizionalmente dedicata alle giovani ragazze. Questo, però, è anche il giorno in cui Elvis Presley, nel 1955, appare in una trasmissione televisiva americana per la prima volta e quello in cui viene reso disponibile per il pubblico globale la console Nintendo Switch (nel 2017).

LA CANZONE:

Il 3 marzo 2004 arrivava in rotazione radiofonica la voce di Marco Masini per una sognante L’uomo volante che, proprio in quei giorni, era in gara nel Festival di Sanremo dove avrebbe trionfato garantendosi la vittoria del leoncino d’oro in un’annata tutta particolare per la kermesse.

Masini si lascia andare ad un flusso di coscienza che vede compenetrarsi vita reale, sogni ed aspettative ma che, in sè, non smette di sperare in un domani che sappia essere migliore per se stessi ma, soprattutto, per la persona che si ama alla quale si vorrebbe dare sempre il meglio.

Acquista qui il brano |

L’uomo volante | Videoclip

L’uomo volante | Testo

Se ti avessi, lo sai
Capirei la mia vita
Scoprendo dentro di me
Con il senno di poi
Che ogni scelta sbagliata
Mi conduceva da te
Così mi immagino già il tuo sorriso
E vedo accendersi noi
Allo stadio, in un bar, in un gesto affettuoso
Che non ci capita mai

Vorrei regalarti un cielo d’agosto
Che fa da cornice a una stella che va
Un sole nascosto che nasce da dentro
E disegna il confine della tua libertà
Quel suono leggero di un nome importante
Le ali di un uomo volante

Per non nasconderti mai
Dietro ai rimproveri miei (dietro ai rimproveri miei)
E se tu fossi qui avrei anche il coraggio
D’innamorarmi di lei
Per parlarti così, come infatti già faccio
Anche se non mi ascolterai
Però saresti il mio unico orgoglio
La rondine che torna da sé

Vorrei regalarti un mondo diverso
Che ha fatto la pace con la sua crudeltà
Quel giusto rimorso che nasce sbagliando
E conferma la forza di ogni fragilità
L’anarchico istinto di un cuore migrante
Le ali di un uomo volante

Per arrivare più su (e cercare la tua margherita)
Di questa piccola vita
Dove più vero sei tu (evitando ogni strada sbagliata)
Io vorrei regalarti l’infinito che dà
Quel tenero abbraccio di un padre sognante
Che è come un uomo volante
Anche se tu non verrai (anche se tu non verrai)
Saprà nel cuore chi sei (saprà nel cuore chi sei)
Io questo spero e vorrei

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.