4 dicembre

Ogni giorno una canzone che ci ricorda un anno e un momento diverso

IL GIORNO:

Il 4 dicembre è la data in cui, nel 1532, la Sacra Sindone viene gravemente danneggiata da un incendio. Era il 4 dicembre anche il giorno in cui, nel 1968, veniva fondato il quotidiano cattolico dell’Avvenire derivato dalla fusione di due differenti testate.

LA CANZONE:

Il 4 dicembre 2020 arrivava in rotazione radiofonica la proposta musicale del giovane Matteo Faustini per il suo brano La bocca del cuore. La canzone era stato il primo singolo radiofonico della carriera musicale del cantautore bresciano ma era stato riproposto in rotazione radiofonica anche al termine del percorso discografico dell’album Figli delle favole“.

Acquista qui il brano |

La bocca del cuore | Videoclip

La bocca del cuore | Testo

Ci sono cose che non avrei mai dovuto dire
Ci sono cose che invece non ho detto mai
Son quelle cose come stupide parole
E non importa se il motore è la rabbia e non il cuore

E poi

Le occhiaie vi racconteranno le mie notti insonni
C’è chi non chiude occhio io non chiudo cuore e sai
Che non importa se mi dimenticherai
Le cicatrici sopravvivono anche alla felicità lo sai

Che di notte, anche di giorno è notte
Accendo la luce ma è notte e non ci sei

E non importa se adesso tu ti allontanerai
Io mi farò un po’ più grande così mi troverai
No, non c’è più la rabbia non c’è più gelosia
Amore mio fai buon viaggio ovunque tu sia

Dimmi solo che adesso porterai lì con te
Anche solo un pezzo che ti parli di me
Sogno ancora i tuoi occhi e le notti con te
Abbracciati in silenzio vuoi sapere il perché

Perché ho visto qualcosa, qualcosa di vero
Era nostro e sincero, e ci ho creduto davvero

Le conseguenze sono figlie delle nostre scelte
Prima sparano e poi chiedono il permesso sai
Son quelle cose come stupide parole
In fondo è utile soffrire
Per rinascere si deve prima morire

Di notte, anche di giorno è notte
Accendo la luce ma è notte e non ci sei

E non importa se adesso tu ti allontanerai
Io mi farò un po’ più grande così mi troverai
No, non c’è più la rabbia non c’è più gelosia
Amore mio fai buon viaggio ovunque tu sia

Dimmi solo che adesso porterai lì con te
Anche solo un pezzo che ti parli di me
Sogno ancora i tuoi occhi e le notti con te
Abbracciati in silenzio vuoi sapere il perché

Perché ho visto qualcosa, qualcosa di vero
Era nostro e sincero, e ci ho creduto davvero

Notte, anche di giorno è notte
Accendo la luce ma è notte e dove sei

Ora quella che parla è la bocca del cuore
Forse è troppo diretta ma non chiede il tuo amore
Spera solo che adesso porterai via con te
Anche solo un pezzetto che ti parli di me

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.