Il nuovo frizzante singolo del vincitore tra Nuove Proposte dell’ultimo Festival di Sanremo

Dopo la vittoria al Festival di Sanremo tra le nuove proposte con il brano Va bene così e la contemporanea pubblicazione del suo primo album in studio intitolato Strike, uscito lo scorso 7 febbraio sotto Universal Music Italy, ecco che Leo Gassmann torna in radio con un nuovo ed interessante singolo dal titolo Maleducato, disponibile in rotazione a partire da venerdì 10 aprile, accompagnato per l’occasione dal videoclip girato (ovviamente) in casa insieme a quattro amici musicisti, in collegamento grazie alla rete internet.

Il brano è un’onda travolgente dal retrogusto rock che si appoggia al classico tridente basso/chitarra/batteria per poi aprirsi aprirsi nel ritornello. L’arrangiamento risulta fresco e, così come il video, pieno di colori ed immagini che si alternano tra le taglienti strofe del giovane ma già centrato artista.

“Maleducato” diventa così la parola chiave per gridare al mondo la propria energia restando però nelle regole, un concetto molto attuale che per altro si applica benissimo alla particolare situazione che tutto il mondo sta vivendo. “E maleducato non sono mai stato”, canta fiero Gassmann, rimarcando forte il concetto che si può arrivare ad esporre un’opinione anche senza dover per forza “schiacciare” il più debole.

Essere educati in questo senso non deve essere preso come un segno di debolezza, ma al contrario come forma di forza interiore, nei rapporti umani così come nei rapporti con gli altri esseri viventi e con il nostro maltrattato pianeta. Con questo nuovo singolo il giovane Leo si dimostra a suo agio anche al di fuori della classica comfort zone, riuscendo a convincere con un brano dalle atmosfere estive ma capace comunque di lanciare un bel messaggio.

Acquista qui il brano |

Maleducato | Audio

Maleducato | Testo

E maleducato non sono mai stato,
e ho un certificato per ogni primato!
E maleducato non sono mai stato,
e ho un avvocato per ogni reato!

Mi manca il concetto del 15 agosto,
la paura del letto, del mostro nascosto,
credo troppo alle fiabe, ma me ne sbatto,
sarà che in una finale non sono mai stato.
Non so cosa sia perdere, non ho mai giocato.
Giuro, non sono mai stato maleducato.

E maleducato non sono mai stato,
e ho un certificato per ogni primato!
E maleducato non sono mai stato,
e ho un avvocato per ogni reato!

Mi manca mia madre se sono partito,
mi manca l’America, ma non son pentito.
Mi manca il pianeta, mia manca la Terra,
ho perso la voglia di rialzarmi da terra,
la Terra è morta, è finita la scorta,
ma chi se ne frega, ma chi se ne importa!

E maleducato non sono mai stato,
e ho un certificato per ogni primato!
E maleducato non sono mai stato,
e ho un avvocato per ogni reato!

Dimmi dov’è che sei
Dimmi cos’è che vuoi da me, da me, da me

E maleducato non sono mai stato,
e ho un certificato per ogni primato!
E maleducato non sono mai stato,
e ho un avvocato per ogni reato!

E maleducato non sono mai stato,
e ho un certificato per ogni primato!
E maleducato non sono mai stato,
e ho un avvocato per ogni reato!

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.