Casadilego

Recensione dell’EP di debutto discografico per l’ultima vincitrice del talent show

Nato e sviluppatosi durante il percorso televisivo Casadilego è il primo omonimo EP della vincitrice di XFactor2020. La giovane ragazza di 17 anni, Elisa Coclite, che all’interno del talent show di Sky Uno si è distinta per le sue innegabili capacità canore, ha pubblicato un nuovissimo album, al cui interno troviamo alcune cover e due inediti. Un disco molto intenso che concede all’ascoltatore di calarsi all’interno del mondo della cantautrice in cui la bellezza di ogni traccia è dettata dalla vocalità camaleontica della cantante che risulta credibile nei suoi inediti e centrata nelle interpretazioni dei pezzi degli altri.

Tra le tracce dell’EP spicca sicuramente Vittoria. Il brano, scritto per lei da Mara Sattei, racconta la storia di una ragazza che non ha paura di diventare madre suonando quasi come una dolce ninna nanna, che inizia solo piano e voce, per poi esplodere in ritmi più moderni, rintracciabili in qualsiasi canzone trap odierna. La verità è che Elisa riesce a cavarsela alla grande, dimostrando la sua capacità di adattarsi anche a sinfonie diverse da quelle pop che, visto il suo estro artistico, probabilmente meglio le si adatterebbero. Lontanissimo è, invece, l’altro inedito presente nel progetto ed anche il brano che più si discosta dalla linea dell’album poichè presenta un sound più leggero e ritmato. L’intento è quello di far distogliere l’attenzione, per un attimo, da canzoni concentrate maggiormente sull’aspetto emotivo e spostare, invece, il raggio d’azione su di un terreno più disimpegnato. In un discorso complessivo in cui tante risultano essere le componimenti più “seriose” in questo progetto, l’intenzione si rivela assolutamente buona, ma purtroppo il brano in questione non riesce ad essere efficace come dovrebbe per creare lo stacco desiderato.

Gradevole è Lego House, cover del brano di Ed Sheeran da cui deriva anche lo stesso nome d’arte della cantante e che qui viene resa come una perfetta traccia d’accompagnamento per un malinconico viaggio in treno. Xanny e A case of you sono, però, le cover più riuscite e attestano il fatto che, a livello tecnico, Casadilego sia un vero portento. La magistrale interpretazione di questi brani trasporta l’ascoltatore in un universo magico, in cui è ben chiaro il marchio di fabbrica di Elisa mentre, invece, Dance Monkey e Yesterday sembrano quasi dei compiti scolastici svolti egregiamente ma che in qualche modo non riescono a spiccare. Difficile dire se il problema, ad oggi, sia la produzione o la scelta delle canzoni in sé, ma il prodotto finale è un’esecuzione piatta, che non comunica alcun tipo di emozione.

Casadilego EP

Terminato l’ascolto dell’album non si può che rimanere estasiati da cotanta precisione, accuratezza e meticolosità nell’intonare ogni singola nota, perché è vero che Casadilego potrebbe cantare anche la lista della spesa e fare rimanere tutti a bocca aperta. Nonostante ciò, conclusa questa esperienza, la domanda fondamentale riguarda il fatto se ci sia qualcosa che possa spingerci a riascoltare la raccolta, ad esclusione dei suoi inediti. Dopo aver messo le mani avanti dinanzi all’evidente talento vocale della ragazza è giusto anche sottolineare che all’interno dell’album manca quel quid in più che le potrebbe dare la possibilità di brillare per davvero. In generale questo primo EP di Casadilego è una raccolta di musica interessante ma che purtroppo non riesce a brillare completamente. La voce di Elisa permette al progetto di conquistare la sufficienza ma l’auspicio è che possa al più presto regalarci nuovi brani degni delle sue capacità.

Voto complessivo | 5.9/10

Migliori tracce | Vittoria – Xanny

Acquista qui l’album |

Casadilego | Tracklist e Stelline

  1. Vittoria ★★★★★★★☆☆☆
  2. Lontanissimo  ★★★★★☆☆☆☆☆
  3. Xanny ★★★★★★½☆☆☆
  4. Lego House ★★★★★★☆☆☆☆
  5. Dance Monkey ★★★★★☆☆☆☆☆
  6. A Case of You ★★★★★★½☆☆☆
  7. Yesterday ★★★★★☆☆☆☆☆
The following two tabs change content below.

Samuele Misuri

Vivo di musica al 100%. È un’arma infallibile che mi aiuta a combattere i momenti austeri della vita e che accompagna quelli sereni. Scrivere ciò che penso mi fa sentire libero e indipendente.

Di Samuele Misuri

Vivo di musica al 100%. È un’arma infallibile che mi aiuta a combattere i momenti austeri della vita e che accompagna quelli sereni. Scrivere ciò che penso mi fa sentire libero e indipendente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *