La Rai prende per mano Sanremo 2020 e pensa a modificare il regolamento

Tutte le ultime notizie per il Festival

Mentre ancora non si risolve il difficile nodo per la direzione artistica e la conduzione del prossimo Festival di Sanremo ben più limpido, si fa per dire, appare il cielo a proposito della spinosissima questione regolamentare sollevata nelle due edizioni a guida Claudio Baglioni.

Se nell’ultima edizione vinta a sorpresa da Mahmood con ‘Soldi’ erano stati soprattutto Ultimo e Loredana Bertè a dimostrare il proprio dissenso nei confronti del sistema di voto, nell’edizione del 2018 i problemi si erano avuto con il presunto campionamento/plagio della canzone presentata da Fabrizio Moro ed Ermal Meta.

E’ inutile negarlo: il regolamento del Festival della canzone italiana va necessariamente rivisto e rimodulato per evitare nuovi screzi all’interno della competizione e non solo. Nell’ultima edizione, poi, era stata quanto mai evidente la netta predominanza degli artisti (non solo in gara) rappresentati dalla società Friends & Partners di Ferdinando Salzano. Anche questo, naturalmente, è un problema che tutta la Rai deve necessariamente prendere in considerazione per evitare nuovi eventuali conflitti d’interesse non risolvibili soltanto con la solita ed apparente onestà intellettuale delle scelte.

Al fine di risolvere queste scottanti situazioni la Rai pare aver deciso di assumere le redini della kermesse anticipando i tempi e sorvolando, almeno per ora, le mancate nomine della nuova direzione artistica (qui tutte le ultime indiscrezioni). Proprio per questo lo scorso 8 maggio l’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini, ha convocato a Viale Mazzini una riunione di esperti e addetti ai lavori. Al tavolo sono stati invitati Enzo Mazza, presidente della FIMI, Filippo Sugar, dirigente di Sugar MusicPaola Zukar, vera e proprio guru del managment nel campo del rap italiano, Francesco Barbaro, altro storico manager del cantautorato italiano 2.0, Massimo Bonelli, produttore discografico, Marta Donà, giovanissima manager di artisti pop come Mengoni e Maneskin, Antonio Noto, sondaggista, Claudio Ferrante, presidente di Artist FirstLodo Guenzi de Lo Stato Sociale, Stefano Senardi, produttore e direttore artistico, Andrea Spinelli, giornalista, Nur Al Habash, responsabile di Italian Music ExportTeresa de Santis, direttrice di Rai Uno, Claudio Fasulo, vicedirettore di Rai Uno, e Paola Marchesini, direttrice di RaiRadio2.

A questa commissione, dunque, spetterà “legiferare” a proposito del Festival della Canzone Italiana dovendo trovare una nuova soluzione per quel che riguarda il sistema di votazione che ha fin troppo concesso, nell’ultima edizione, a cosiddetti esperti che di musica, in realtà, ben poco sapevano. Ma se trovare nuovi accordi su percentuali e ripartizioni potrebbe essere semplice assai più complicato sarà stabilire un modo efficace per controllare l’impossibilità di interferenze esterne nelle scelte della futura direzione artistica.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.