Laura Pausini Grammy

8 febbraio 2006, la cantante romagnola si aggiudica il prestigioso riconoscimento americano

L’8 febbraio è una data che Laura Pausini non potrà mai dimenticare, non solo perchè nel 2013 è nata sua figlia Paola, ma anche dal punto di vista professionale, perché le ricorda la storica vittoria del Grammy Award avvenuta quindici anni fa. L’artista romagnola si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento nella categoria “Miglior Album Pop Latino” per il disco “Escucha”, la versione spagnola di “Resta in ascolto” (qui la nostra recensione).

Si tratta della prima donna italiana a ricevere questo premio, un riconoscimento che al nostro Paese mancava da ben 48 anni, quando Domenico Modugno era riuscito ad imporsi oltreoceano con l’indimenticabile “Nel blu dipinto di blu”. Nel corso della sua carriera, Laura Pausini ha vinto anche 4 Latin Grammy Award: nel 2005 per “Escucha”, nel 2007 per “Yo canto”, nel 2009 per “Primavera anticipada” e nel 2018 con “Hazte sentir”.

«E’ la più grande emozione della mia vita. E’ stata una lunga corsa durata tredici anni: ho vinto il mio campionato del mondo partendo dalla panchina. Dedico questo premio all’Italia al pubblico e alla mia famiglia. Non pensavo di poter provare una gioia così profonda. Quando me lo hanno detto mi sono cedute le ginocchia», con queste parole l’artista aveva commentato la vittoria sul green carpet dello Staples Center di Los Angeles.

Indubbiamente il momento più alto della carriera di Laura Pausini, della carriera di chiunque. Una bel riconoscimento anche per il nostro Paese, che a livello musicale meriterebbe sicuramente più considerazione internazionale.

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.