martedì, Giugno 18, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

Lazza, tutto l’Ippodromo è ai suoi piedi, ecco le foto dell’evento

Ritorno live a Milano per il rapper

Un ritorno trionfale quello di Lazza nella sua Milano. Dopo i tre sold out dello scorso aprile al Mediolanum Forum di Assago, ieri sera con lo speciale evento unico da tutto esaurito all’Ippodromo Snai San Siro il cantante e pianista multiplatino ha voluto con sé tantissimi amici e i suoi fedelissimi fan per quella che è stata una grande festa collettiva di fine estate e di fine tour, un momento magico per ripercorrere e celebrare, in uno dei luoghi più rappresentativi della musica italiana outdoor, questi ultimi due anni di fuoco, sempre in crescendo.

La perfetta ciliegina su una torta al gusto di emozioni e successi, riconoscimenti e numeri da capogiro macinati hit dopo hit, con dedizione e duro lavoro. All’Ippodromo Snai San Siro è andato in scena uno show imponente, articolato in diversi momenti ciascuno con la propria intensità. Si sono susseguiti il momento live con la band, il momento djset con la presenza fissa in consolle del producer multiplatino Drillionaire, il momento unplugged solo piano e quelli più intensi arricchiti dagli arrangiamenti dell’eccezionale ensemble di musicisti classici.

Tutti gli ospiti di Lazza |

L’adrenalinico live – prodotto da Vivo Concerti e Next Show – è stato l’occasione perfetta per assistere ad una serie di performance memorabili, impreziosite da fiammanti giochi di fuoco e luce. Sul palco con l’artista dei record sono saliti Guè, Emma & Laura Marzadori, Capo Plaza, Fabri Fibra & Madame, Giaime, Nitro, Emis Killa, Irama, Baby Gang, Fred De Palma & Tony Effe, Anna, Blanco & Sfera Ebbasta, Elodie & Tedua e Dardust.

Un susseguirsi di straordinari artisti per celebrare con l’amico e collega una serata all’insegna dei brani che hanno costellato la carriera multiplatino di Lazza, inclusi Cenere (già sesto disco di platino) e le hit di Sirio (7 volte disco di platino e record assoluto di permanenza al n.1 FIMI/GfK), senza dimenticare i brani iconici del suo repertorio.