Le Vibrazioni 2018

Tutto quello che c’è da sapere sull’attesa nuova fatica discografica del gruppo milanese, che torna in gara al Festival con la rock ballad “Così sbagliato”Le Vibrazioni V

Cinque anni fuori dalle scene, poi la reunion: è questa la parabola musicale de Le Vibrazioni, una delle band più amate degli anni duemila, protagonista di numerose hit che hanno dominato le classifiche, tra cui il primo grande successo  con “Dedicato a te”, che proprio quest’anno compie quindici anni di vita. Francesco Sarcina, Stefano Verderi, Marco Castellani e Alessandro Deidda, si sono dedicati negli ultimi tempi ai propri progetti solisti, per poi ritrovarsi e riscoprire lo spirito di un tempo, quello che riascolteremo nell’album “V”, in uscita il 9 febbraio.

«Ognuno di noi si è concentrato individualmente su ciò che voleva fare – racconta il frontman del gruppo –  ha acquisito esperienze diverse e ha ritrovato l’entusiasmo giusto per riprendere l’avventura nel migliore dei modi, proprio come accade in molte storie d’amore. Una pausa di riflessione che a volte è necessaria, per ritrovare nuovi stimoli e non correre il rischio di ripetersi. Il tempo ha fatto si che potessimo rivedere tutto con distacco, apprezzare le cose positive e rivedere quelle negative, oggi siamo ritornati più consapevoli di prima, con un album vero che ci rappresenta appieno».

A nove anni di distanza dal loro ultimo lavoro in studio “Le strade del tempo”, i quattro artisti rimescolano le carte e si divertono proprio come agli esordi: «La nostra necessità era quella di rimetterci in gioco, rispolverando un sound che non si sente più troppo spesso in giro, attualizzandolo e rendendolo il meno vintage possibile. Un disco vivo, potente, molto vero e diretto, un album che riporta alla luce la nostra essenza».

Al Festival di Sanremo proporranno “Così sbagliato”, un pezzo rock che riflette il loro stile e sorprende sin dal primo ascolto, impreziosito dalla presenza di Skin (leader degli Skunk Anansie) nel corso della serata dei duetti. «Un brano ragionato e molto lavorato, forse meno istintivo di altre nostre produzioni,  ma pensato per portare energia e il nostro suono a più persone possibili. Il produttore del brano Luca Chiaravalli, ha saputo individuare le nostre coordinate, aiutandoci a mettere insieme tutte le nostre idee, trovando il modo migliore per rimostrarci al pubblico, perché di fatto si tratta del primo inedito dopo la nostra reunion. La collaborazione con Skin è nata in maniera molto spontanea, lei darà valore aggiunto alla canzone perché l’ha fatta sua, si è sentita totalmente a suo agio e coinvolta da questo pezzo. Non potevamo fare scelta migliore».

V | Tracklist

1. Nero
2. Così sbagliato [Francesco Sarcina, Davide Simonetta, Andrea Bonomo, Luca Chiaravalli]
3. In fondo
4. In orbita
5. Apri gli occhi
6. Niente di speciale
7. Voglio una macchina del tempo
8. Chissenefrega dell’aldilà
9. Onda
10. Dove

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.