Ligabue e il trionfo dell’essenzialità in “Certe donne brillano” – RECENSIONE

Tempo di nuova musica per il cantautore di Correggio che lancia il secondo singolo dall’album “Start”

A tredici anni di distanza dalla pubblicazione de Le donne lo sanno, Luciano Ligabue torna a dedicare le proprie rime all’universo femminile con il singolo “Certe donne brillano”, disponibile in rotazione radiofonica e in digital download a partire dall’8 marzo. Il brano rappresenta il secondo estratto dal suo dodicesimo album in studio, intitolato Start, e segue il lancio di Luci d’America, pezzo che ha segnato il suo ritorno in airplay.

Una canzone che rappresenta il ritorno di un mostro sacro della nostra musica leggera, in uno spolvero migliore rispetto agli ultimi tempi, frutto della recente e azzeccata collaborazione con il giovane producer Federico Nardelli. La scrittura del Liga è la solita, mai banale e sempre molto personale, riuscendo ad affrontare tematiche semplici con un linguaggio per nulla scontato, senza sconfinare mai nella retorica.

“Certe donne brillano” è un omaggio alle quote rosa della nostra società che splendono, ci bastano, restano a far parte della nostra vita oppure se ne vanno via. Dopo aver riacceso lo spettacolo, per il rocker di Correggio è tempo di consolidare la sua ritrovata primavera artistica, senza tradirne l’identità e la propria storia, sotto il segno dell’essenzialità.

La mancanza di ricerca e di sperimentazione per alcuni potrà pure rappresentare un problema, ma restare fedeli a se stessi non è per nulla un aspetto negativo o da sottovalutare, soprattutto nell’attuale scenario musicale italiano, fatto di cambiamenti radicali e poche certezze, Ligabue rappresenta una solida realtà, proprio come la costante di funzione algebrica.

Acquista qui il brano |

[amazon_link asins=’B07P6YH7QV’ template=’ProductCarousel’ store=’recensiamomus-21′ marketplace=’IT’ link_id=’1406a7a6-8afa-4389-b8ad-7bdfcf100126′]

Certe donne brillano | Video

Certe donne brillano | Testo

Parliamo di te
che dove sei finita
figurati se
la vita ti ha cambiata
qualcuno ti avrà
magari trattenuta
so che non si sa mai

Parliamo di te
che ridi quando vieni
o ridi di me
o stai davvero bene
chissà chi sarai
lì sotto le tue creme
forse adesso lo sai

Certe donne brillano
certe donne bastano
certe donne chiamano di notte
che ti piaccia oppure no

Parliamo di te
che mi tenevi in tasca
scegliendola tu
la dose d’aria fresca
tenendomi lì, scordandotene presto
tanto dai, prima o poi

Parliamo di te
che ti aspettavi troppo
in cambio però
c’hai messo sempre tutto
adesso lo sai
che cosa non ti ho detto
e forse mi scuserai

Forse i ricordi
non sono bugiardi
non più di tanto almeno
forse ricordi
magari ti ricordi
un po’ come ti viene

Certe donne brillano
certe donne bastano
certe donne chiamano di notte
che ti piaccia oppure no
certe donne brillano
certe donne restano
certe donne dicono presente
e sono andate via da un po’

Forse i ricordi
non sono balordi
o non come si crede
forse ricordi
ma sì che ti ricordi
davvero come viene

Certe donne brillano
certe donne bastano
certe donne chiamano di notte
che ti piaccia oppure no
certe donne brillano
certe donne restano
certe donne dicono presente
e sono andate via da un po’
già via da un po’

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.