Il racconto del cantante sardo ospite di Domenica Live

Marco Carta è stato ospite questo pomeriggio di Domenica Live, il talk show domenicale condotto da Barbara D’Urso su Canale 5, per raccontarsi finalmente a cuore aperto e per comunicare importanti novità del proprio futuro discografico.

Il cantante sardo è tornato ospite del salotto televisivo di Cologno Monzese dove ha parlato, per la prima volta, della sua sfera privata ammettendo di essere “molto emozionato. Le cose belle spesso spaventano e si ha anche paura, penso, di essere felici. E’ un po’ un controsenso. Essere libere è impagabile e dire le cose perchè lo vuoi tu, quando vuoi tu e come vuoi tu per me, in questo momento, è una priorità. Tante volte, nel mio percorso, è capitato che qualcuno volesse farmi dire qualcosa anche contro voglia, anche quando non mi andava e io, questa cosa, non riuscivo a digerirla. Le mie omissioni, il mio silenzio erano da rispettare: talvolta è stato un po’ profanato però adesso è dietro ed ora sono qui”.

Marco Carta - Una foto di me e di teAiutato dall’annuncio a sorpresa del suo nuovo singolo inedito, Una foto di me e di te, Marco ha raccontato che la canzone “parla di due appuntamenti: il primo appuntamento è l’appuntamento è stato l’appuntamento mancato con mio padre in cui io l’ho aspettato su queste scale e lui non è mai arrivato. Aveva detto che sarebbe passato alle 4 e io mi sono seduto dalle 2 del pomeriggio convinto che arrivasse e lui non si è presentato. E’ per quello che nel video che abbiamo visto prima c’era scritto ‘io ti ho perdonato’ perchè per me davvero è passata. Pace all’anima sua: io gli voglio bene come se ci fosse stato. Forse anche lui aveva i suoi buoni motivi. Il secondo appuntamento è il mio primo bacio. Non il primo bacio che ho dato a scuola ma il primo bacio che mi ha lasciato senza respiro. E’ il primo bacio che ho dato ad un ragazzo che ho amato. L’ho detto e l’ho detto con libertà. Ci tengo a ribadirlo perchè deve essere normale”.

Riguardo al percorso che l’ha portato a dichiarare pubblicamente la propria omosessualità il cantante ha raccontato che l’outing “è un processo che non va spinto perchè ci si sente pronto da subito, chi dopo dieci anni, chi dopo un mese. Io ho vissuto questo processo dando dei pesi anche alla mia carriera e alla mia musica”.

“Mi faceva soffrire il fatto di non poter camminare per strada con la persona che amavo, mi faceva soffrire non poter dare un bacio per strada, mi faceva soffrire andare al cinema e non poter prendersi per mano. Sono tutte cose che noi facciamo quando abbiamo 16 anni: io a 33 anni ancora non le ho fatte. Ora voglio liberare la mia anima, il mio corpo ma anche il mio pugno per rendere libera la mia scrittura”.

Il nuovo singolo del cantante sarà disponibile a partire dalla mezzanotte di domani, 29 ottobre 2018, per GoArtMusic, la nuova etichetta discografica dell’artista dopo il divorzio da Warner Music Italy, tradizionale etichetta di Marco fin dall’esordio del 2008.

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.