Marco Mengoni

Recensione dell’ultimo singolo del cantautore di Viterbo

È stato reso disponibile lo scorso 18 giugno in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali Ma stasera, il nuovo singolo inedito di Marco Mengoni per Epic/Sony Music Italy. Il brano è stato scritto dallo stesso Marco Mengoni in compagnia di Federica Abbate, Francesco ‘Katoo’ Catitti e Davide Petrella e prodotto da Tino Piontek (in arte Purple Disco Machine), formando così una squadra di lavoro che già in passato ha contribuito alla realizzazione di numerose hit capaci di dominare nelle classifiche di vendita e in radio. Il singolo è stato presentato in contemporanea con l’annuncio di Marco Mengoni Live negli Stadi, due date esclusive in cui l’artista si esibirà per la prima volta negli stadi italiani di Milano e Roma rispettivamente il 19 e il 22 giugno del 2022.

Ma stasera è una canzone che spruzza estate da tutte le note. Marco Mengoni punta sulla leggerezza con testo che parla d’amore in modo leggero, senza tuttavia lasciar fuori quella poetica romantica tipica dell’artista viterbese. L’estate si sente nel testo, ma anche nell’arrangiamento: Mengoni sceglie, infatti, di puntare su un tappeto musicale (dal gusto elettropop) pieno di colori, che risulta i perfetta alchimia con il suo timbro, sempre pronto ad adattarsi a qualsiasi tipo di strumentale.

Stavolta il cantautore non cerca a tutti i costi di colpire l’ascoltatore con effetti speciale e grandi vocalizzi, preferendo la semplicità un’interpretazione più “sobria” e pulita. Ma stasera, pur essendo un brano estivo, porta con sé il merito di non uniformarsi con la moda del momento e non snatura le caratteristiche del suo interprete. Il singolo ha la sua forza nel ritornello, orecchiabile e super riconoscibile. Mengoni, che viene da Atlantico, album di assoluto successo, ci tiene così a rimarcare la sua presenza con un brano che fa da colonna sonora all’annuncio del suo primo tour negli stadi italiani. Un primo passo verso la pubblicazione di un nuovo progetto discografico che sicuramente rappresenterà per lui un nuovo punto di partenza.

Acquista qui il brano |

Ma stasera | Audio

Ma stasera | Testo

Forse ho sbagliato a parlarti di me
Scusami che disastro
Quello che provo per te sembra avorio ma invece è alabastro
Ti ho scritto un libro di pagine vuote ma non ci riesco
A stare qui con te

Quel sorriso ormai è fuoco amico
Schegge impazzite adesso che vuoi
Guarda il cielo portami indietro
I mostri nel vetro sembriamo noi
A cosa pensi quando tiri
Poco prima che mi chiami
Sento tutti I tuoi respiri
Li sfioro con le mani

Ma stasera corri forte ti vedo appena
E per raggiungerti dovrò lasciarti andare
E stasera la tua voce non è lontana
E prova a prendermi ma non voglio scappare
E anche se ti ho cercato come un’illusione perfetta
Vengo verso di te questa notte vorrei fosse eterna
Ma stasera corri forte ti vedo appena
E per raggiungerti per non lasciarti andare
Andare via

Senza di te nei locali la notte io non mi diverto
A casa c’è sempre un sacco di gente ma sembra un deserto
Tu ci hai provato a cercarmi persino negli occhi di un altro
Ma resti qui con me

Quel sorriso ormai è fuoco amico
Schegge impazzite adesso che vuoi
Guarda il cielo portami indietro
I mostri nel vetro sembriamo noi
A cosa pensi quando tiri
Poco prima che mi chiami
Sento tutti I tuoi respiri
Li sfioro con le mani

Ma stasera corri forte ti vedo appena
E per raggiungerti dovrò lasciarti andare
E stasera la tua voce non è lontana
E prova a prendermi ma non voglio scappare
E anche se ti ho cercato come un’illusione perfetta
Vengo verso di te questa notte vorrei fosse eterna
Ma stasera corri forte ti vedo appena
E per raggiungerti per non lasciarti andare
Andare via

E quanto mi odio quando tu mi fai sentire
Come un’idea che puoi bruciare

Ma stasera corri forte ti vedo appena
E per raggiungerti per non lasciarti andare
E stasera la tua voce non è lontana
E prova a prendermi ma non voglio scappare
E anche se ti come un’illusione perfetta
Vengo verso di te questa notte vorrei fosse eterna
Ma stasera corri forte ti vedo appena
E per raggiungerti, per non lasciarti andare
Andare via
Andare via
Andare via

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.