L’ugola di Ronciglione senza più profili su Instagram, Facebook e Twitter. Pura trovata commerciale?

“AAA cercasi umanità virtuale” cantava lo scorso anno Francesco Gabbani, un lungimirante bridge che mai come oggi risuona parecchio attuale. Da qualche ora on-line non si parla d’altro, i canali social di Marco Mengoni sono letteralmente spariti, sospesi o cancellati non è ancora dato saperlo, ma la notizia ha già fatto il giro del web. Lontana l’ipotesi di un hackeraggio complessivo dei vari profili, difficile pensare ad un triplo attacco contemporaneo sul fronte Instagram – Facebook – Twitter, cosa che non è mai accaduta nemmeno al Dipartimento di Stato Americano.

Tutti gli indizi portano ad una pura trovata commerciale, dato il suo imminente ritorno discografico e, se l’obiettivo era quello di riportare attenzione sul vincitore della 63esima edizione del Festival di Sanremo, pare che la strategia abbia funzionato alla grande. Tra i fans dell’artista c’è parecchio fermento, tra un filo di preoccupazione e tanta curiosità, si attendono notizie dal sito ufficiale, al momento l’unica finestra attiva sul mondo del cantautore de “L’essenziale”. Ma noi, come lui, crediamo negli esseri umani e nella teoria complottistica-promozionale, senza allarmare Federica Sciarelli e la troupe di “Chi l’ha visto?”.

D’altronde non sarebbe il primo caso al mondo, anzi, Taylor Swift e Adele sono state le antesignane di questa pratica marketing, quindi, appare assai probabile che Mengoni e il suo staff abbiano consultato il sito di Salvatore Aranzulla e il suo prezioso vademecum su come cancellare un account. Sparire dai social  potrebbe diventare il trend dell’estate 2018 e ad alcuni artisti un po’ di meritato relax non farebbe di certo male, dato che gestire le proprie pagine ufficiali sembra essere diventato ormai un vero e proprio mestiere, non più un semplice divertimento.

In un’intervista rilascia a Repubblica nell’ottobre del 2013, lo stesso cantante aveva argomentato a tal proposito: «Non sono uno snob ma il mondo virtuale mi annoia. Amo parlare guardando gli amici negli occhi, non da uno schermo. Non sono particolarmente attratto dalle tecnologie, non amo gli smartphone». In attesa di conferme ufficiali, aspettiamo il ritorno di Marco Mengoni condividendo un suo videoclip, eh si perché il suo canale YouTube è rimasto misteriosamente ancora attivo…!

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.