Fedez, Achille Lauro, Orietta Berti

Recensione di quello che si sta rivelando il vero tormentone dell’estate 2021

Come rendere una canzone un sicuro successo estivo? Semplice. Prendi un motivetto orecchiabile e condiscilo con tutto quello che trovi: uno che sbaglia raramente quando si tratta di immediatezza come Fedez, un’icona come Achille Lauro, la Coca Cola e pure Orietta Berti dato che ci sei. Ecco che il risultato è garantito e non può che intitolarsi Mille.

In un campionato serratissimo e sempre più affollato come quello della stagione estiva dei tormentoni, lo strano trio è riuscito a ritagliarsi un posto d’onore. Se non proprio il gradino più alto del podio. La ricetta pare semplice ma poi, nella realtà dei fatti, non è nemmeno così scontata. Trovare la chiave giusta per far coesistere tre artisti così diversi e renderli comunque sempre credibili è una missione di non poco conto. Un plauso va fatto, dunque, sicuramente alla produzione di Davide ‘d.whale’ Simonetta, artefice di quest’ultimo fortunato biennio musicale di Fedez, ma anche al team di autori composto da Paolo Antonacci, Dargen d’Amico e Simon Pietro Manzari.

Nel mix sapientemente creato trova spazio l’istrionica presenza scenica di Achille Lauro sempre pronto a lanciarsi in qualche “biascicamento” vocale ma anche la personalità sempre puntuale di Fedez. Reginetta dell’inciso, ma verrebbe da dire anche dell’intero brano, è naturalmente la voce pulita, precisa e sempre ordinata di Orietta Berti che, dopo l’ottima prova all’ultimo Festival di Sanremo con ‘Quando ti sei innamorato’, prolunga la propria fortuna discografica continuando a coniugare la sua indiscutibile bravura canora alle forme di un personaggio mediatico sapientemente costruito nel corso di questi ultimi anni facendo leva su di un’innata familiarità e semplicità. Tutte doti che, in un modo o in un altro, stanno perfettamente in tema con ‘Mille’ ed il suo messaggio: affrontare un problema alla volta mantenendo, comunque, sempre la positività tipica dell’estate.

Acquista qui il brano |

Mille | Audio

Mille | Testo

Quello che hai messo nel rossetto mi fa effetto
Mi hai fatto un altro dispetto, lo fai spesso
E mi chiudo in me stesso e balbetto
Sì ma quanto sono stronzo, mi detesto
Ma tu non ci resti male che ognuno ha le sue
Si vive una volta sola ma tu vali due
Vorrei darti un bacetto ma di un etto
Se ti va ne ho ancora una dentro il pacchetto

Mi hai fatto bere come un vandalo e sono le tre
Si è rotta l’aria nel mio bungalow e vengo da te
Però mi dici non salire che è meglio di no
Se cambi idea mi fai impazzire, dai baby, come on

Scendi divina dai gradini ma non te la tiri
Coi tatuaggi dei latini con i gelatini
Non dire che non te l’ho detto, esco
Però ritorno presto ti prometto

Quando sei arrivato ti stavo aspettando
Con due occhi più grandi del mondo
Quante stelle ci girano intorno
Se mi porti a ballare
Labbra rosso Coca-Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema e va bene così
Ma poi me ne restano mille
Poi me ne restano mille

Tre volte di fila, beh
Sei sicura che quello che ho preso era solo aspirina, seh
La notte continua
Mi avevi detto solo un altro ma sono già tre
Così sfacciato che domando se sali da me
Sì, spogliami e facciamo un twist, please
Stanotte questa casa sembra Grease

Quando sei arrivato ti stavo aspettando
Con due occhi più grandi del mondo
Quante stelle ci girano intorno se mi porti a ballare
Labbra rosso Coca-Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema
E va bene così
Ma poi me ne restano mille
Poi me ne restano mille

Sa-sa, sabato sera
Suoni il cla-cla ca-cabrio nera
Siamo in macchina, una stella si tuffa e viene giù
Poi me ne restano mille

Sa-sa-sa, sabato sera
Suoni il cla-cla-cla, ca-cabrio nera
Siamo in macchina, una stella si tuffa e viene giù

Labbra rosso Coca-Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema e va bene così
Ma poi me ne restano mille
Poi me ne restano mille
Mille

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.