Il nuovo singolo del cantautore in radio da venerdì 29 giugno

Torna in radio Motta con il brano Quello che siamo diventati, nuovo singolo estratto dall’ultimo album d’inediti dal titolo Vivere o morire, uscito lo scorso 6 aprile per l’etichetta discografica Sugar Music, album che ha debuttato al quinto posto della classifica dei dischi (primo tra i vinili) più venduti diffusa dalla Fimi.

Il nuovo singolo, scritto dallo stesso cantautore, rappresenta appieno l’intimità del disco, e arriva dopo Ed è quasi come essere felice e La nostra ultima canzone, primi singoli estratti dal secondo album ufficiale di Motta.

Il giovane artista pisano è pronto a ripartire con il Motta Live 2018, tour estivo che toccherà tutta la penisola, dall’8 luglio fino al 7 di settembre, sotto tutte le date confermate.

Le date:

  • 08 luglio SOLIERA (MO) – ARTI VIVE FESTIVAL
  • 10 luglio COLLEGNO (TO) – FLOWERS FESTIVAL
  • 11 luglio PESCARA – TERRASOUND
  • 14 luglio SASSARI – ABBABULA FESTIVAL
  • 20 luglio GENOVA – GOA BOA
  • 04 agosto SAN SEVERINO LUCANO (PZ) – POLLINO MUSIC FESTIVAL
  • 10 agosto CIVITAVECCHIA (RM) – LA VECCHIA ESTATE
  • 13 agosto BUDAPEST – SZIGET FESTIVAL
  • 25 agosto EMPOLI – BEAT FESTIVAL
  • 30 agosto MACERATA – SFERISTERIO
  • 02 settembre TREVISO – HOME FESTIVAL
  • 07 settembre PALO DEL COLLE (BA) – FESTIVAL DELLE PERIFERIE

Testo:

Cambiano i versi delle canzoni I silenzi, i sorrisi, il nero dei vestiti Sei cambiata anche tu Che pensi sempre a tutto quello che non hai Che forse è troppo presto per un figlio E pensi sempre a tutto quello che non hai E che forse non avrai mai
E finalmente senza fingere niente E senza dirci dove siamo stati E i tuoi piccoli segreti E la pazienza di essere raccontati
E finalmente senza spiegare niente E senza dirci come siamo stati Ci togliamo i vestiti Davanti a tutto quello che siamo diventati
Vieni via con me Vieni via con me
Da una parte la luna Da un’altra tu che dormi Roma in una finestra chiusa Anche stanotte a piangere per poi salvarci
Finalmente, senza fingere niente E senza dirci dove siamo stati E i tuoi piccoli segreti E la pazienza di essere raccontati
E finalmente senza spiegare niente E senza dirci come siamo stati Ci togliamo i vestiti Davanti a tutto quello che siamo diventati
Vieni via con me Vieni via con me
È arrivata l’ora di restare È arrivata l’ora di restare È arrivata l’ora di restare
The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.