Musicultura 2021

A partire dalle 23.30, sarà trasmessa in seconda serata la finale delle XXXII edizione della manifestazione canora

Andrà in scena questa sera, martedì 6 luglio, l’edizione 2021 di Musicultura, il Festival della Canzone Popolare e d’Autore, andata in scena il 18 e il 19 giugno allo Sferisterio di Macerata. La conduzione dello spettacolo è affidata per il terzo anno consecutivo ad Enrico Ruggeri e per la prima volta a Veronica Maya.

Tra gli ospiti in cartellone, spiccano fra gli altri: i SubsonicaErmal MetaMarisa LauritoLa Rappresentante di ListaIrene Grandi e Ron. Oltre agli artisti già affermati, si alterneranno sul palco i giovani finalisti, ovvero: Brugnano, Caravaggio, Ciao Sono Vale, Elasi, Lorenzo Lepore, Luk, Mille e  i vincitori The Jab.

Il duo di Ivrea, composto da Alessandro De Santis (voce, chitarra) e da Mario Francese (tastiere e produzione), hanno convinto il pubblico aggiudicandosi il titolo con il brano Giovani favolosi”, un brano ispirato dal film di Giacomo Leopardi, che racconta lati positivi e negativi della condizione fanciullesca.

Ai  The Jab  vanno  i 20 mila euro del  Premio Banca Macerata, che investiranno in uno studio di registrazione per autoprodursi. Grazie ai voti del pubblico dello Sferisterio il duo ha prevalso sugli altri tre finalisti: Mille con “La radio” (vincitrice dell’ambita Targa della Critica intitolata al fondatore della rassegna Piero Cesanelli), Lorenzo Lepore con “Futuro” e Caravaggio con “Le cose che abbiamo amato davvero”.

«È raro ritrovare nello stesso spettacolo le canzoni dei bravissimi vincitori di un concorso, quelle di artisti che hanno scritte pagine importanti della nostra storia musicali, le arie del grande melodramma, le note del Canto degli Italiani – ha dichiarato il direttore artistico Ezio Nannipieri – tra palco e platea è tornata a vivere quella magia che il lockdown aveva dissolto. Spero che la nostra ripartenza sia di buon auspicio per tutti i Festival di questa estate 2021».

Musicultura 2021 | Le video interviste ai protagonisti

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.