Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Tra le opere musicali che quest’anno compiono vent’anni spicca “Reset”, quarto progetto discografico dei Negrita, rilasciato il 28 gennaio del 1999. Reduce dal successo dei precedenti tre lavori in studio (“Negrita” del 1994, “Paradisi per illusi” del 1995 e “XXX” del 1997), per il gruppo aretino si tratta dell’album della maturità, considerato ancora oggi uno dei più riusciti e apprezzati dal pubblico, inserito da Rolling Stones tra i cento album italiani più belli di sempre.

Per Pau, Drigo e Mac questo disco ha rappresentato l’inizio di un nuovo ciclo musicale, trainato dai tre ottimi estratti “Mamma maè”, “In ogni atomo” e “Hollywood”, ma impreziosito dalla presenza di almeno altri tre potenziali validi singoli come “Negativo”, “Transalcolico” e “Fragile”. Dodici tracce in scaletta, dieci canzoni più due pezzi strumentali intitolati “Pape satàn” e “Tk.064″.

Sonorità decisamente più mature, ma coerenti rispetto a quanto già mostrato in precedenza, frutto di un ormai rodato affiatamento sul palco. Atmosfere decisamente rock, condite con un pizzico di blues e di funk con qualche accenno di elettronica, il tutto per sottolineare il loro innato american style, con l’energia a servizio di una ricercata melodia. La presenza nella colonna sonora del film “Così è la vita” di Aldo, Giovanni e Giacomo, non ha fatto altro che alimentare la curiosità nei confronti di una delle band rivelazione degli anni ’90, grazie a questo album promossa a pieni voti.

Reset | Tracklist e stelline

  1. Mama maé 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  2. Negativo 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  3. Provo a difendermi 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  4. In ogni atomo 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  5. Hollywood 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich, Antonio Salis)
  6. Pape satàn 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  7. Transalcolico 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  8. Life 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  9. Fragile 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  10. Halleluia 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  11. Tk.064 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)
  12. Cuore di cemento 
    (Paolo Bruni, Francesco Li Causi, Enrico Salvi, Fabrizio Barbacci, Cesare Petricich)

Reset | Acquista

[amazon_link asins=’B00000ILQF’ template=’ProductCarousel’ store=’recensiamomus-21′ marketplace=’IT’ link_id=’6e1c4d4d-3c19-4974-86b5-13e58b7618f5′]

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.