Disponibile da venerdì 29 maggio il nuovo album del cantautore, scopriamo insieme i dettagli

“Il mio gioco preferito – Parte seconda”, un titolo che sottolinea l’entusiasmo e la voglia di divertirsi di Filippo Neviani, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Nek, tra gli artisti italiani più influenti della scena pop degli ultimi vent’anni. Arriva a un anno dalla pubblicazione del primo capitolo, in un momento storico sicuramente e profondamente diverso.

«L’esigenza è fondamentalmente quella di sempre – racconta l’artista emiliano – ovvero condividere e non tenere per me certe sensazioni, certe emozioni, a maggior ragione in un momento in cui i rapporti umani sono vincolati e non sono liberi come prima del lockdown. Nella serenità di casa mia, sono riuscito a ritagliarmi diversi momenti e questa quarantena eccezionalmente mi ha aperto una via d’ispirazione bellissima, ho scritto e sto scrivendo parecchio, tant’è che ho all’attivo un sacco di canzoni nuove anche in vista di progetti futuri. Per “Il mio gioco preferito – Parte seconda” avevo già del materiale, alcune canzoni le avevo volutamente lasciate fuori dal primo disco, un esempio è “Perdonare”, il singolo che ha anticipato questo nuovo lavoro. In più sono riuscito ad inserire qualcosa di nuovo, che rappresenta di più la circostanza di oggi, i mesi vissuti in isolamento, sono riuscito a mettere in ordine tutto, ma desideravo tanto uscire in questo periodo, sicuramente non è stato semplice mettere insieme tutti i pezzi, però alla fine l’impegno e la costanza, sia mia e sia di chi mi sta intorno, hanno reso possibile tutto questo».

Dieci tracce in scaletta che vanno a chiudere idealmente il cerchio tracciato dal primo episodio: si parte con il singolo apripista Perdonare”; passando per “Ssshh!!! volto a silenziare chi vuole avere ragione a tutti i costi e si sente un’esperto di tuttologia; Imperfetta così è una dedica a chi, in un mondo votato più all’apparenza e meno alla sostanza, si sente inadeguato; tra i pezzi più ispirati e orecchiabili c’èUna canzone senza nome”; per poi proseguireE sarà bellissimo”, “Amarsi piano”, “Le montagne”, “A mani nude”, “Allora sì” e, infine, “E da qui (family version)”, una speciale rivisitazione del brano datato 2010 ricantato insieme alle figlie Beatrice e Martina.

Il mio gioco preferito – Parte seconda | Tracklist

Musicalmente parlando, “Il mio gioco preferito – Parte seconda” mescola il presente, il passato e il futuro di Nek in un unico flusso sonoro caratterizzato dall’utilizzo di pochi strumenti, un riavvicinamento ai suoni anni ’80, un sorta di ridimensionamento delle tracce che puntano tutte all’essenzialità. I temi trattano, come sempre, la vita in tutte le sue sfaccettature, storie comuni in cui ciascuno di noi può ritrovarci il proprio vissuto.

Prodotto da Luca Chiaravalli, Gianluigi Fazio, Float, Emiliano Fantuzzi e dallo stesso artista emiliano, il disco è disponibile negli store digitali e sulle piattaforme streaming a partire da venerdì 29 maggio, distribuito da Warner Music Italy. Non potendo riabbracciare i propri fan nel consueto instore tour, il cantautore sarà protagonista di una serie di eventi online, una sorta di trasposizione virtuale del classico firmacopie, una chat room in cui interagirà con il proprio pubblico (maggiori info su mondadoristore.it).

Infine, Nek presenterà dal vivo questo lavoro con uno speciale concerto a porte chiuse realizzato nella suggestiva cornice di Piazzale della Rosa nella sua Sassuolo, accompagnato dalla sua fedele band, in un live esclusivo in cui interpreterà sia i brani de “Il mio gioco preferito – Parte seconda”, sia alcune della canzoni più note del suo repertorio. Lo spettacolo sarà trasmesso in anteprima integrale venerdì 29 maggio, dalle ore 21:00, in radiovisione su RTL 102.5, in streaming su rtl.it e a seguire su YouTube.

Nek racconta il suo nuovo lavoro | Video

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Di Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.