Nek, venticinque anni di “Calore umano”

Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Dopo aver parlato di Lorenzo 1994 di Jovanotti, Laura di Laura Pausini, Freak di Samuele Bersani, Il mare calmo della sera di Andrea Bocelli, Equivocando di Umberto Tozzi, Oggetti smarriti di Enrico Ruggeri, L’imperfetto di Renato Zero, gli omonimi debutti di Irene Grandi, Giorgia e Daniele Silvestri, tra i progetti discografici che quest’anno festeggiano venticinque anni di vita, troviamo il terzo album in studio di Filippo Neviani, alias Nek, intitolato “Calore umano” e rilasciato il 21 settembre del 1994.

Reduce dalla partecipazione al Festival di Castrocaro ’91 con “Io ti vorrei” e al Festival di Sanremo ’93 con “In te”, il giovane cantautore emiliano sembra essere lanciato verso un successo sempre più ampio, lo dimostra questo lavoro che segue di pochi mesi i precedenti due, rivelandosi un ulteriore passo in avanti nella sua evoluzione artistica. Il disco ottiene maggiore popolarità grazie alla ristampa pubblicata a maggio dell’anno seguente, impreziosita dall’aggiunta dell’inedito “Angeli nel ghetto”, con cui partecipa alla seconda e ultima edizione del Festival Italiano di Mike Bongiorno, classificandosi al secondo posto.

Tra le tracce presenti in scaletta spicca “Cuori in tempesta”, canzone che verrà poi ripresa e riarrangiata all’interno della raccolta “The best of Nek – L’anno zero” del 2003, nella quale l’artista affronta la tematica della “prima volta” all’interno di una coppia, donando la doppia visione di un giovane lui e di una giovane lei. L’album affronta tematiche piuttosto adolescenziali, decisamente ancorate all’epoca e al tipo di società parecchio distante da quella di oggi, quasi come se fosse passato molto di più di un quarto di secolo.

Altro pezzo degno di menzione è la title-track “Calore umano”, che suona un po’ come un manifesto generazionale, mentre tra i pezzi più maturi svetta “Quando sarò lontano”, brano che chiude l’ascolto e in qualche modo ci proietta alle future produzioni di Nek, in modo particolare al successivo “Lei, gli amici e tutto il resto”, disco che lo consacrerà definitivamente nell’Olimpo della musica leggera italiana.

Acquista qui l’album |

Calore umano | Tracklist e stelline

  1. Calore umano
    (Nek, Antonello De Sanctis, Dino Melotti, Giuseppe Isgrò)
  2. Voglia di te
    (Nek, Antonello De Sanctis, Dino Melotti)
  3. Cuori in tempesta
    (Nek, Antonello De Sanctis, Giuseppe Isgrò)
  4. Ragazze della 5° B
    (Nek, Antonello De Sanctis, Dino Melotti)
  5. L’amore c’è
    (Nek, Antonello De Sanctis, Giuseppe Isgrò)
  6. Però vorrei ci fosse amore
    (Nek, Antonello De Sanctis)
  7. Paese turchese
    (Antonello De Sanctis, Giuseppe Isgrò)
  8. Facciamo un weekend
    (Nek, Antonello De Sanctis, Dino Melotti, Giuseppe Isgrò)
  9. Quando sarò lontano
    (Nek, Antonello De Sanctis, Dino Melotti)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.