Niccolò Fabi

Prima volta da solista all’anfiteatro veronese per il cantautore romano

Niccolò Fabi sceglie l’Arena di Verona per il suo unico concerto del 2022, che si terrà il prossimo 2 ottobre. Il cantautore romano, reduce dalla pubblicazione del suo ultimo album “Tradizione e tradimento“, racconterà, nell’anfiteatro più antico d’Italia, 25 anni di storia e di canzoni.

Uno show speciale prodotto e organizzato da Magellano Concerti, che vedrà protagonista un’orchestra con cui Niccolò darà una nuova vita alla sua musica. È la prima volta per lui da solista sul palco dell’Arena, dopo lo spettacolo in trio del 2015 con Daniele Silvestri e Max Gazzè.

A 25 anni di distanza – dichiara l’artista – da quando ‘il giardiniere’ ha iniziato a rendere pubbliche le sue traiettorie tra le turbolenze, il 2 ottobre all’Arena di Verona ci sarà l’unico mio concerto di quest’anno. Non per parsimonia o epica della celebrazione, ma semplicemente perché sia unico e per fare qualcosa che non ho mai fatto. Un’occasione che regalo a me stesso e a chi mi ascolta per portare quelle storie nate in un intestino fino ad un anfiteatro romano. Forse se lo meritano. Il posto è grande e prestigioso, ma le emozioni in gioco lo sono altrettanto. In qualche modo lo riempiremo“.

Acquista qui i tuoi biglietti |

The following two tabs change content below.

Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.

By Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.