Nicol

A tu per tu con la giovane cantautrice vicentina, in uscita con il suo nuovo singolo intitolato “Pare

Tempo di nuova musica per Nicol, cantautrice ventiduenne di Vicenza che abbiamo avuto il piacere di conoscere nel corso della ventunesima edizione di “Amici” di Maria De Filippi. Si intitola “Pare” il nuovo singolo rilasciato da Hokuto Empire/Sony Music Italy lo scorso 6 maggio.

Ciao Nicol, benvenuta. Partiamo da “Pare”, che sapore ha per te questo pezzo?

«Ha un sapore di libertà, di voglia di allontanare le voci negative e di rimanere solo con quelle belle. Questo brano rappresenta un po’ una liberazione dal superfluo. Quando si cade, il primo passo per rialzarsi è quello di essere consapevoli di quella determinata situazione, accettarla per poi poterne uscire».

“Pare” arriva dopo il successo di “Decimo senso” che ti ha regalato varie soddisfazioni, tra cui la nomina da parte di VEVO come artista del mese di aprile. Come stai vivendo questo momento particolarmente fortunato?

«Diciamo che sono molto felice, perché mi rendo conto del lavoro molto personale che faccio sulla musica a livello introspettivo. Non è affatto detto che tutti vogliano entrarci, per fino ad oggi non ho mai fatto canzoni che si possono ascoltare nel tempo libero, magari facendo altre mille cose. Mi rendo conto di aver realizzato cose impegnative, perciò mi fa piace ricevere questo tipo di riscontro, sapere che c’è gente che ha voglia e tempo di connettersi con la mia musica».

A proposito di libertà artistica, ma anche di onestà. Non posso non chiederti che un bilancio sulla tua esperienza di “Amici, cosa ti ha lasciato di concreto quel periodo nella scuola?

«”Amici” mi ha dato tanto veramente tanto, prima di tutto perché non avevo mai avuto possibilità di studiare, quindi ho lavorato con dei vocal coach veramente pazzeschi che mi hanno aiutato tanto perché mi hanno trasmesso tanto coraggio e nozioni che, francamente, mi mancavano. Tutto ciò è stato per me molto stimolante, una grande opportunità che secondo me va sfruttata al massimo delle proprie opportunità».

Per concludere, quali elementi e quali caratteristiche ti rendono orgogliosa di un brano come “Pare” e del percorso che stai realizzando?

«Quello che mi rende felice è il fatto di rimanere me stessa, riuscire attraverso la mia musica ad esprimere sincerità e la mia unicità».

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.