Nuovi Singoli Recensiamo Musica

Tutte le nostre recensioni dei nuovi brani

  • ANCHE FRAGILE – Elisa

Ha dominato per mesi le radio con un tormentone perfettamente addentrato al mondo pop-indie di oggi non solo per la firma di Calcutta ma anche per tutta la sua resa sonora. Ora, Elisa torna a casa, come si suol dire, e tira fuori “un pezzo di cuore” che odora della sua più forte ed autentica tradizione musicale e autorale. Si parla sempre di sentimenti ma lo si fa con la maggior leggerezza possibile su di un arrangiamento tutto acustico con chitarra e gli immancabili archi. Il ritornello è di quelli che trascinano e che entrano in testa per la sua grazia e malgrado l’assenza di un vero punto focale che resti in testa il pezzo è destinato a riportare in auge un lato artistico della Toffoli che da qualche anno era stato messo in ombra. Testo, tutto in italiano e firmato completamente da lei, che ha la forza di tirare fuori delle immagini degne di un gran bel brano. VOTO: 8

  • PER LE STRADE UNA CANZONE – Eros Ramazzotti e Luis Fonsi

Il bel singolo natalizio firmato da Jovanotti è durato quanto un gatto in tangenziale nella selva aggressiva della rotazione radiofonica. Ecco, allora, che si corre ai ripari con un qualche cosa che, di certo, non potrà essere ignorato per il sound latino che propone. D’altronde Fonsi quello sa fare. Il problema è lo voglia fare anche Ramazzotti uno che, in realtà, dovrebbe rappresentare la tradizione del suono italiano nel mondo e non la svendita al miglior offerente di una carriera priva ormai dei giusti spunti. In realtà, Eros nel disco aveva qualcosa di decisamente migliore ma, a volte, il successo facile appare irresistibile. Non tutti possono cantare tutto. VOTO: 4

  • STANZA SINGOLA – Franco 126 e Tommaso Paradiso

Orfano della collaborazione con l’ispirato socio Carl Brave, Franco 126 si rifà cercando da sè una propria strada da solista. Lo fa mettendo in evidenza tutta la sua romanità che emerge con prepotenza dalla dinamica del cantato e dalla pronuncia accentuata nel corso dei versi. Il tutto scorre via con la solita frequenza del pop-indie di oggi nel quale la voce di Tommaso Paradiso s’inserisce alla perfezione risultando esattamente quanto di più azzeccato si potesse immaginare per un brano come questo. Un connubio azzeccato. VOTO: 6+

  • LE COSE CHE CANTO – Giusy Ferreri

Non è facile immaginarsi Giusy Ferreri al di fuori del contenitore estivo negli ultimi tempi ma questo suo ritorno, in un modo o nell’altro, da la giusta risposta a quanto ci si chiedeva. L’interprete lombarda torna ad affidarsi alle firme rassicuranti per l’attualità radiofonica di Tommaso Paradiso dei Thegiornalisti e di Dario Faini che dovrebbero consentirle un facile dominio dell’airplay nazionali. Si parla di amore attraverso tutto ciò che si canta. Il ritornello è di quelli martellanti al punto giusto e le strofe danno quel tocco di classe che Giusy in sé ha da sempre ma che negli ultimi episodi aveva faticato a mostrare. Un buon ritorno. VOTO: 7

  • CAMBIA – Le Vibrazioni

E’ stato un anno pieno di canzoni quello di Francesco Sarcina e soci che l’ultimo album d’inediti l’hanno sfruttato davvero poco considerando che ha permesso di estrarre soltanto un singolo radiofonico. In questa nuova canzone inedita Le Vibrazioni proseguono la loro resa pop-rock d’effetto che, pian piano, si sta spostando sempre più velocemente verso il pop d’amore più tipicamente Modà-style. L’inciso melodico, dove manca tutto il graffio della voce di Sarcina, ed il testo ripetitivo ricalcano perfettamente lo stile autorale di Kekko che si può sentire in sottofondo senza troppa fantasia. Bene ma non benissimo in quanto a originalità. VOTO: 6

  • FEAR FOR NOBODY – Maneskin

Dopo due tormentoni in italiano Damiano e compagni tornano all’inglese forte di uno zoccolo duro di sostenitori che indubbiamente li seguirà senza problemi anche in questa nuova avventura. Il pezzo recupera quei sapori più rock e decisi precedenti all’ultima sofferta ballata pop Torna a casa che porta con sé anche la mitica Marlena che, in questa circostanza, non viene nemmeno evocata. Damiano è sempre perfettamente calato nella parte dell’interprete rockettaro dannato con la voce ruvida, graffiante e performante ed il mix, come al solito, è bestiale. Provate a resistere dal canticchiare pure questa dopo le precedenti 3 scommesse vinte… VOTO: 7.5

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Di Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.