Nuovo classico per Cleò: l'inizio della primavera porta l'omaggio a Mango - Recensiamo Musica

Nuovo classico per Cleò: l’inizio della primavera porta l’omaggio a Mango

Ritorna in scena con il primo giorno di primavera Cleò, la misteriosa voce che da qualche settimana sta dilagando nel web sulle note delle sue re-interpretazioni di vecchi capolavori oggi dimenticati dai più e probabilmente mai capiti fino in fondo.Per celebrare l’arrivo della nuova stagione in attesa di sentire il suo primo singolo Cleò ha scelto di far voce a “Il dicembre degli aranci“, celebre brano di Pino Mango e della compagna Laura Valente che cantarono insieme nel 2005. Un omaggio “alla Figura, all’Opera e alla Memoria di Pino Mango, per me il Demetrio Stratos della canzone d’autore italiana. Un Maestro della Voce, tra i pochissimi in grado di dar vita a un bicordo di canto e controcanto, eseguito con un’unica emissione vocale, oltre a sinuose alchimie e movenze vocali, ricercate e ineguagliabili, simili a fini e preziosi ricami a mano sulla seta. Considero ‘Il dicembre degli aranci’ una commovente dichiarazione d’amore a due voci” dichiara #Cleò, la cui particolarità timbrica consiste proprio nell’impiego naturale e contemporaneo del registro vocale maschile e femminile.
Quando, nel 2005, uscì ‘Il dicembre degli aranci’, Pino Mango e Laura Valente erano già sposati, essendosi uniti in matrimonio nel 2004. Considero questa canzone un inno per tutti i veri grandi amori. Compreso quello artisticamente da me nutrito proprio per l’usignolo di Lagonegro e sua moglie, impareggiabile solista dei Matia Bazar del dopo Antonella Ruggiero, le cui cifre stilistiche sono state determinanti nella formazione, ricerca e sviluppo costante della mia vocalità intesa come strumento”.

Conclude #Cleò: “Mango è l’esploratore, lo sperimentatore per antonomasia della canzone d’autore italiana. Un insostituibile punto di riferimento. Merita di essere ricordato a dovere, e più spesso. Oltre alla voce unica, possedeva innata in sé un’abilità infinita nel miscelare gli echi delle radici con i suoni moderni, il folk e la melodia, il rock e il Mediterraneo. ‘L’artista ha un dovere – soleva dire Mango – far riscoprire la bellezza del mondo a quanta più gente possibile, tramite quanto sa esprimere’: è questa la strada che, sulla base del suo esempio illuminato e coerente, intendo anch’io seguire”.

Nel fantastico brano di Mango Cleò si districa tra tonalità e registri diversi dando nuovamente corpo a Mango che rivive nelle profonde tonalità cromatiche che la sua voce raggiunge nella loro pienezza ancor meglio che nelle alte vette vocali che la Valenti aveva inserito nel duetto originario con il suo registro da soprano. A colei/colui che ha rispolverato questo capolavoro va il merito di averlo fatto con intimità e classe, due caratteristiche che sempre più latitano nella musica italiana d’oggi, rispettando l’essenza del brano e dell’artista che l’ha scritta e interpretato. 

Cleò pubblicherà a maggio 2017 il suo primo singolo inedito, scritto da una grande firma della nuova canzone d’autore italiana, per l’etichetta indipendente ‘Capogiro Records/Gianni Rodo Edizioni’.
Il link del nuovo video è disponibile qui: https://www.youtube.com/watch?v=Ner344oUwJk&feature=youtu.be

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Ilario Luisetto

Direttore di “Recensiamo Musica” e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *