Pagelle nuovi singoli: Chiara Galiazzo si fa ballare, Valerio Scanu guarda all’estate

Tutte le recensioni dei nuovi singoli in radio

  • CALIPSO – Charlie Charles e Dardust feat. Sfera Ebbasta, Mahmood e Fabri Fibra

Prendi tre fuoriclasse nel proprio genere e mettili insieme in un brano prodotto da due veri e propri geni della produzione contemporanea italiana. Non potrà che venirne fuori l’ennesima hit che piacerà ai giovanissimi e, in questo caso, anche alle radio contribuendo allo sdoganamento progressivo della trap come genere mainstream. Il pezzo si fa canticchiare dall’inizio alla fine ed ha il proprio punto forte nell’inciso cantato da Mahmood che fa leva sul proprio timbro particolare e riconoscibile che, però, qui viene fin troppo modificato dall’autotune. La canteremo per parecchio anche se per impararne le parole occorre un po’ di attenzione. VOTO: 7

  • PIOGGIA VIOLA – Chiara Galiazzo e J-Ax

Mancava da soli due anni eppure la mancanza di Chiara Galiazzo mai si è sentita come in quest’ultimo periodo complice anche e soprattutto la delusione dell’ultimo molle progetto discografico. Stavolta la cantante veneta cambia completamente mondo e si affida al primo vero e proprio tormentone estivo della sua carriera. In effetti, se pensiamo alla discografia della voce di Due respiri ben pochi sono i brani che ancora oggi si ricordano a differenza della sua voce importante e riconoscibile. La volontà stavolta è proprio quella di farsi ricordare e canticchiare ecco il perchè di un suono ultra radio-friendly, di una vocalità esasperata alla Levante e della presenza di J-Ax che, ormai, è presente in ogni dove, anche senza alcuna necessità come in questo caso dove la sua presenza si giustifica esclusivamente con i fini commerciali. Diciamo che è un’occasione per farsi notare nuovamente. VOTO: 7-

  •  DOMENICA – Coez

Cambiare la propria definita essenza non è mai semplice sopratutto quando si è all’apice del successo e della popolarità. Ci riesce bene, in quest’occasione, Coez che per questo singolo introduce una produzione più studiata e ricca rispetto alle sue abituali creazioni che mai avevano inserito, per esempio, una così particolare struttura vocale ed un massiccio utilizzo delle tastiere. Il risultato rimane gradevole e canticchiabile all’interno del sempre ben definito mondo indie-pop d’oggi. VOTO: 6+

  • AVEC MOI – Emma Muscat e Biondo

Era uno di quei duetti già scritti e che non si capiva per quale assurdo motivo non avesse ancora trovato spazio e corpo. Finalmente c’è e, forse, arriva anche la risposta per la quale il pezzo non era ancora arrivato. Semplicemente era abbondantemente evitabile. I due sono particolarmente attratti da Parigi e dalla cultura francese ma, a parte il titolo, tutto suona sufficientemente italiano nelle intenzioni. Emma canta senza dare alcuna dinamica ai suoi versi e il piattume non si rompe nemmeno quando entra in scena Biondo con qualche barra. Il sound radiofonico c’è ma per il resto stiamo parlando di un pezzo flaccido. VOTO: 4.5

  • PIANETI – Maryam Tancredi

La ragazza, ex vincitrice di The voice of Italy, è dotata di un’ottima vocalità. Lo abbiamo capito già da parecchio. Le manca, però, il repertorio giusto per farsi notare davvero. Questa nuova canzone è l’ennesimo bel brano ben scritto che compie anche lo sforzo di accompagnare per mano la sua interprete verso una dimensione più contemporanea ed attuale. Manca, però, ancora la scintilla per riuscire a spaccare davvero. Una scintilla che, forse, poteva arrivare da una diversa attitudine vocale che per questo brano si è fatta leggera e con una tonalità fin troppo alta che rende eterea ed irraggiungibile l’interpretazione. Una bella canna sparata a tutta potenza e con una vocalità piena avrebbe fatto probabilmente meglio. VOTO: 5.5

  • E’ PRIMAVERAMORE – Matia Bazar

Continuano a provarci ancora e ancora i nuovi Matia Bazar che, però, con il proprio passato condividono ben poco ad eccezione del nome. La nuova vocalist ha tutte le carte in regola per potersi classificare come un’ottima voce ma le manca la giusta dose di personalità e riconoscibilità. Che cosa la differenzia dalla decine di vocine insipide che oggi ascoltiamo continuamente su di un interessante melodia ben prodotta secondo i dettami contemporanei del pop? Nulla. E’ proprio questo il problema. La canzone c’è ed è anche interessante (nel dettame del pop anni ’90/’00) ma manca la cantante giusta. VOTO: 6-

  • AFFRONTIAMOCI – Valerio Scanu

Valerio è da sempre un bravo vocalist, uno di quei cantanti che sa perfettamente cosa significa dare valore a se stessi e alle proprie doti. Nei suoi dieci anni di carriera ha affrontato brani diversi e suoni che con consapevolezza si affiancavano alla contemporaneità senza per questo offuscare le doti del proprio interprete. Anche in questo caso Valerio affianca alla propria ugola potente un sound perfetto per l’oggi musicale e per la stagione primaverile pur senza rinunciare alla propria espressione vocale. La canzone si fa ascoltare e canticchiare con piacevolezza ma non è una di quelle che rimarrà nel tempo per un particolare valore: sotto questo punto di vista s’è fatto di molto meglio, anche di recente. VOTO: 6.5

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Ilario Luisetto

Direttore di "Recensiamo Musica" e suo fondatore dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci che possano accompagnarmi.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.