Pagelle Nuovi Singoli

Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi singoli in rotazione radiofonica

  • BeVo TuTTa La NoTTe – Alfa feat. Drast & Olly

Vuole alzare il bit Alfa che questo pezzo lo inizia da un’anteprima del ritornello prima di lanciarsi dritto verso la prima strofa che, comunque, vuole rimanere energica. Tante parole, poi, si susseguono confondendo le idee e mettendo tanta carne al fuoco. Forse persino troppa considerando che il pezzo si esaurisce in fretta. Orecchiabile lo è sicuramente, aderente alla contemporaneità pure ma, forse, era lecito aspettarsi qualcosa di più entusiasmante per questa estate. VOTO: 5,5

  • PSYCO – Arisa

E’ una Arisa che, ancora una volta, cambia pelle e non si accontenta della propria zona di confort. L’interprete lucana sceglie nuovamente di affidarsi ad un brano scritto e composto da lei stessa (questa volta non da sola) e racconta con efficacia quelle sue diverse personalità che non ha mai esitato a mettere in mostra sia a livello personale che musicale. La canzone gioca con diverse soluzioni sonore e riesce a dimostrarsi particolarmente contemporanea ed adatta alla fresca stagione pur senza ricalcarne le mode o gli accenti. Una nuova prova superata per una Arisa che vive, finalmente, un periodo di rinascita. VOTO: 7

  • STRANIERO – Bianca Atzei e Boss Doms e Seryo

Singolo estivo che (volutamente?) richiama, nell’apertura dell’inciso, quella ‘Alghero’ che fu di Giuni Russo. Oltre bell’omaggio ad una grandissima della nostra canzone, la Atzei si impegna questa volta a smussare i propri spigoli vocali per risultare più aperta e distesa su di una melodia fresca che si lascia ascoltare con piacevolezza. L’intervento di Seryo serve per realizzare quell’intermezzo rap del quale, sembra, non si possa fare a meno ma che, in realtà, qui poco aggiunge alla causa e, anzi, da l’impressione di aver rubato spazio al cantato dell’interprete sarda che, poi, si tronca all’improvviso per rispettare i tempi radiofonici. Si poteva sviluppare, forse, diversamente. VOTO: 6,5

  • GARCON – Biondo e Shade

Biondo sceglie di raccontare un rapporto con una lei che ha scelto di interrompere una relazione dopo che “mi hai venduto a un magazine”. Lui, comunque, continua a pensarci ricordando il vero amore che fu ma si rifiuta di tornare a quei ricordi anche solo con la mente. L’intervento di Shade fa da intermezzo più rap rispetto a delle strofe più distese e cupe sviluppate da Biondo. Suona benissimo una scelta di produzione che fa ampio ricorso ad una ritmica precisa e potente che rende il tutto più buio ma che fornisce all’ascoltatore una faccia diversa dei due artisti. VOTO: 7-

  • RAGAZZO DEL 2000 – Fadi

Dopo un anno di lontananza dalle scene ecco che il giovane Fadi torna a proporsi con un singolo che mette insieme la sua profondità timbrica con una ritmica sostenuta ed una melodia particolarmente ricca. Anche se si fatica ad immaginare un accostamento simile, in realtà, Fadi riesce ad inserirsi perfettamente all’interno del pezzo trovando la propria dimensione. Dal punto di vista narrativo tutto risulta particolarmente ricco (oltre 4 minuti e 30 di canzone difficilmente si ascoltano ancora) ma non suona come eccessivo o troppo pesante. Un bel ritorno. VOTO: 6/7

  • VITA – La Rappresentante di Lista

Confermano quanto già di bello messo in mostra all’ultimo Festival di Sanremo i due bravi artisti. In questa nuova prova inedita Veronica si rivela una voce assolutamente degna di nota nel nostro attuale panorama musicale per quella sua capacità di passare tra diversi registri. La produzione di Dario ‘Dardust’ Faini si avverte ma non è prevaricante rispetto ad un suono già ben definito del duo che mantiene un’attenzione maniacale alla dimensione sonora che appare, come sempre, ricca e ben studiata. A tratti ipnotica, a tratti sensuale: una dimensione perfetta che rispetta il DNA proprio del progetto originario ma che non tradisce nemmeno le richieste del nuovo grande pubblico conquistato all’Ariston. VOTO: 7,5

  • MADRID NON VA A DORMIRE – Loredana Errore

Loredana sta veramente vivendo un periodo artistico d’oro per un palese entusiasmo verso questo suo nuovo progetto. Dopo aver esaltato la vita in tutta la sua bellezza e unicità, la cantautrice sicula si abbandona a dei ritmi estivi che la costringono a fare a meno di quella sua carica interpretativa più struggente e personale per abbracciare un ritmo più estivo e danzereccio. La scelta, però, non la danneggia affatto e, anzi, la riporta a confrontarsi con una forma-canzone che già  fu suo in passato e che qui viene arricchito da un arrangiamento particolarmente attuale. Il modo per esprimere il solito graffio interpretativo viene ritagliato qua e là ma la canzone, sostanzialmente, vuole guardare verso altri lidi. VOTO: 7

  • IL VERO AMORE – Max Gazzè e Greta Zuccoli

Anche Max Gazzè sceglie la dimensione del duetto per la propria estate musicale. Lo fa pescando dal cast dell’ultimo Festival di Sanremo tra cui la classe e l’eleganza senza tempo di Greta Zuccoli sicuramente ha spiccato. La scelta si rivela vincente per la capacità della giovane vocalist di impreziosire il suono del pezzo pur senza risultare eccessiva o fuori contesto con quel proprio portamento importante. Gazzè, come sempre, coniuga un messaggio ben definito ad un suono coinvolgente, fresco, orecchiabilissimo e gradevole anche per la dimensione radiofonica. Avrebbe, forse, migliorato la resa la scelta di inspessire il volume delle voci rispetto a quelle di un arrangiamento che ovatta il tutto. VOTO: 6,5

  • MAGARI VIVI – Romina Falconi

Due anni dopo ‘Magari muori’ Romina Falconi ci riprova con il suo esatto opposto. La scelta potrebbe suonare un po’ prevedibile e poco ispirata ma al brano occorre riconoscere quella solita intelligenza sarcastica che caratterizza da sempre la scrittura di questa brava cantautrice che qui si accompagna con Roberto Casalino che, a queste dimensioni musicali, è solitamente estraneo. Il rischio di rimanere delusi, quindi, scompare dopo poche note e chi ha amato il primo episodio amerà anche questo secondo atto. VOTO: 6,5

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.