Pagelle Nuovi Singoli

Tutte le nostre mini-recensioni dei nuovi singoli in rotazione radiofonica

  • INCENDIO – Cioffi

Cioffi è dotato di una scrittura semplice ma essenziale e capace di arrivare subito al dunque con chiarezza. Anche questo nuovo singolo ne esalta l’efficacia e conferma la sua abilità autorale quando si parla di pop. La tematica rimane quella di un amore idilliaco che deve fare i conti con l’esistenza, le sfide quotidiane della vita e la costruzione di un rapporto a duo giorno per giorno. Il ritornello è potente e radiofriendly, la produzione di Steve Tarta riesce a costruire un suono questa volta adatto e personale, Andrea si presta anche ad un utilizzo della voce non abituale e ad uno special con qualche barra che attualizza il tutto. Un passo in avanti. VOTO: 7.5

  • LO ZAINO SUL TRENO – Erica Mou

Erica Mou è una di quelle cantautrici capaci sempre di restituire una certa profondità con la sua scrittura pur se la scelta sonora è orientata ad una certa leggerezza ed orecchiabilità. La sua vocalità, sempre bianca e pura timbricamente, non sfigura affatto al fianco di una scrittura narrativamente così ricca e dettagliata ma, anzi, riesce a reggere perfettamente il peso della canzone non venendone schiacciata a livello di personalità. Un buon mix tra elementi e necessità diverse. VOTO: 7

  • SONO UN FAN – J-Ax

Per lanciare la riedizione del suo ultimo album J-Ax si concentra sulla tendenza tutta contemporanea di dichiararsi fan di qualsiasi cosa. Per farlo il rapper sceglie di sfruttare un rap disteso di una melodia da subito sostenuta, accelerata e leggera. Le strofe, che citano tante diverse situazioni e personaggi, funzionano e catturano con capacità risultando più credibili anche dello stesso inciso che non si procura uno stacco netto rispetto a quanto suonato fino a poco prima. Convince a metà a primo ascolto. VOTO: 6-

  • RUBINI – Mahmood ed Elisa

Corre ai ripari affidandosi ad Elisa il bravo Mahmood che, con la pubblicazione del suo secondo album d’inediti, pare essersi concentrato su di una ricerca eccessivamente barocca ma non sempre di efficacia. Dopo qualche singolo non dirompente si spera che la collaborazione con la cantautrice friulana sappia riallineare i pianeti. Il pezzo, però, è il punto debole della situazione: la canzone, molto più sulle corde di Mahmood che di Elisa, non gode di un ritornello troppo memorabile e non sfrutta le timbriche della voce di ‘Luce’ dedicandole, magari, un inciso aperto ed arioso preferendo costringerla in una costruzione serrata in cui non c’è alcun spazio per far valere la sua melodia. Peccato. Lo si ascolta con piacere ma era legittimo aspettarsi di più. VOTO: 6.5

  • CANTARE’ – Mannarino

Nuovo estratto dal prossimo disco d’inediti del cantautore romano che così torna a proporsi anche in radio dopo qualche anno di latitanza. Parte ricordando che “in principio era la voce” mettendo da subito in chiaro la centralità, in questo brano come anche nell’intero progetto, la ricerca dell’origine delle cose, dell’avvicinarsi il più possibile alla visceralità della terra e del suono primitivo ed etnico pur miscelato con l’elettronica. Mannarino propone un pezzo non così immediato ma che ha in sè tutti gli elementi per conquistare l’ascoltatore che dalla musica contemporanea si aspetta anche degli elementi di ricerca, di spessore e di etnica contaminazione. Un ritorno sopraffino. VOTO: 8

  • LUNA PIENA – Rkomi, Irama e Shablo

E’, di fatto, già una hit di successo ancora prima di sbarcare in rotazione radiofonica. Lo è probabilmente grazie all’adozione di una sfumatura latina nelle sonorità che sono particolarmente fedeli all’ultima impostazione musicale del repertorio di Irama. Rkomi s’inserisce nel discorso con coerenza e capacità lasciando lo spazio dell’inciso al suo ospite e ritagliando per sè le strofe pur senza strafare. Il risultato è quello di un pezzo che, pur risuonando soft e mai troppo spinto, conquista e trascina enfatizzando anche l’ottimo lavoro compiuto alla produzione da Shablo. VOTO: 7+

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.