Pagelle Nuovi Singoli

Tutte le nostre mini-recensioni ai nuovi singoli in radio

  • NAVI O MARINAI – Amedeo Minghi

Il maestro supera ogni aspettativa proponendosi con una canzone davvero delicata, avvolgente ed ispirata. Rimane un brano classico e d’ispirazione tradizionalista nella propria scrittura e nei suoni utilizzati per l’arrangiamento. Eppure questa scelta si rivela vincente perchè ben si coniuga ad una storia artistica che occorre rispettare, apprezzare e continuare a far suonare coerente. Le figure ricercate dalla componente testuale risultano nostalgiche ma anche sognanti riuscendo a creare un bell’immaginario figurativo da proporre all’ascoltatore. VOTO: 7

  • PERDERE TUTTO – HALE

Hale continua a dimostrare che dispone di una penna davvero interessante e piacevole all’ascolto. Lo testimonia anche questo suo nuovo singolo che ribadisce tutta la profondità e l’intensità che il suo autore dispone anche grazie ad una timbrica dotata dei giusti colori per sottolineare questo tipo di testi. A questo proposito spiace che l’arrangiamento risulti fin troppo ovattato nell’effetto finendo per ricoprire la limpidezza della voce che, basata sulle sovrapposizioni, perde parte della sua incisività. Rimane comunque un brano assolutamente valido figlio di una scrittura davvero entusiasmante. Un pop verso il quale dobbiamo tornare. VOTO: 7.5

  • FALLO TU PER ME – Holden

E’ un singolo che arriva ad arricchire un album già particolarmente condito di materiale. La sua scrittura risulta assolutamente funzionante e perfettamente calata in quel mondo pop che gode anche di influenze contemporanee. Ciò che lascia qualche dubbio di troppo, in questo caso, è l’utilizzo della sua timbrica che suona troppo distorta, troppo ovattata e non perfettamente a proprio agio in questo cantato melodico che avrebbe bisogno di una purezza più accentuata e qualche effetto di meno. Il brano è assolutamente meritevole (soprattutto per il crescendo che riesce a creare in termini di arrangiamento vocale e di dinamica strumentale), meno la produzione ed il cantato. VOTO: 6.5

  • LOV-LOV-LOVE – Mario Biondi

Mario rimane nel proprio mondo di riferimento accostandosi ad Incognito che mette a disposizione tutto il suo talento strumentale nei territori jazz e folk. Indubbiamente la vocalità rimane il punto forza di questo genere di proposte e Mario Biondi, da questo punto di vista, non è carente da nessun punto di vista. La canzone si lascia ascoltare con piacevolezza e convince per quella ricchezza musicale che offre all’ascolto. Certo, non è il brano che si ascolterà di più alla radio o che canticchieremo tutti sotto la doccia da domani. Ma forse non voleva nemmeno esserlo… VOTO: 6-

  • ISOLE VIAGGIANTI – Ornella Vanoni

Ornella riassapora suoni leggeri e ritmici per questo suo secondo singolo che scaturisce dalla penna di Fabio Ilacqua. L’elemento più forte e convincente risulta essere l’inciso che si apre melodicamente e si lascia cantare con facilità coinvolgendo l’ascoltatore distendendosi rispetto alle strofe serrate. Tornano protagoniste del testo anche le famose mani che già più volte hanno caratterizzato il racconto musicale della signora Vanoni. Il brano si rivela essere una continua sorpresa a livello di evoluzione e la forma-canzone convince in modo particolare giovandosi di una produzione davvero attenta e curato. Insomma, un altro gran pezzo per una grande artista. VOTO: 8.5

Reaction dei nuovi singoli | Podcast

Acquista qui i brani |

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

By Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.

Commenta qui...

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.