Album Amarcord Iperbole Raf

Album Amarcord: i dischi più belli da riascoltare

Sono trascorsi vent’anni dalla prima pubblicazione di “Iperbole”, il nono lavoro in studio di Raffaele Riefoli, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Raf. Il disco, rilasciato il primo giugno del 2001, è da considerare uno dei maggiori successi commerciali del cantautore pugliese, anticipato e trascinato dal singolo apripista “Infinito”, autentico tormentone di quella stessa estate.

L’album ha segnato il ritorno dell’artista sulle scene musicali, tre anni dopo l’uscita del suo precedente progetto di inediti intitolato La prova, che aveva in qualche modo segnato una svolta nel suo percorso. A sua volta, anche questo primo disco del nuovo millennio rappresenta la voglia di mettersi nuovamente in gioco, di sperimentare sonorità e registri vocali diversi.

In scaletta nove tracce che spaziano tra canzoni leggere e ballad più profonde, da brani spensierati come “Oasi” e “Allegro tormentone” a pezzi più intimi, come “Nei silenzi” e l’omonima title track. Spazio anche al rock in “R4”, ad esperimenti rap in “Assolti”, ad insolite collaborazioni in “Troppo sensibile”, quest’ultima impreziosita dalla firma di Max Gazzè.

Ultimo brano degno di nota è “Via”, secondo singolo estratto, considerato uno dei pezzi più rappresentati della produzione di Raf. In tal senso, “Iperbole” è un album che segnerà l’inizio di una nuova fase artistica per l’ugola di Margherita di Savoia, un percorso che porterà alla nascita di Ouch!, Passeggeri distratti e Metamorfosi, lavori che seguiranno la scia di questo disco-manifesto.

Acquista qui l’album |

Iperbole | Tracklist e stelline

  1. Infinito ★★★★★
    (Raf)
  2. R4 ★★★★☆
    (Raf, Claudio Guidetti)
  3. Via ★★★★★
    (Raf)
  4. Nei silenzi ★★★★★
    (Raf)
  5. Oasi ★★★★☆
    (Raf)
  6. Assolti ★★★★☆
    (Raf)
  7. Troppo sensibile ★★★☆☆
    (Max Gazzè, Francesco Gazzè, Renato Pareti, Raf)
  8. Allegro tormentone ★★★☆☆
    (Raf)
  9. Iperbole ★★★★★
    (Raf)
The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

By Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.