Recensiamo Rap

Tutte le uscite del mondo rap della scorsa settimana

Ci sono canzoni che diventano tormentoni un po’ per caso, ma ci sono anche pezzi che per forza di cose sono destinati a durare e restare nelle radio e nella testa della gente per parecchio. Ecco, questo potrebbe essere il caso di Calipso (VOTO: 7), nuovissimo brano targato Charlie Charles in collaborazione con Dardust (nella produzione), Fabri Fibra, Mahmood e Sfera Ebbasta (alle voci). La formula funziona anche se non è forse impattante come ci si poteva aspettare da un mix del genere. Ognuno fa il suo e lo fa bene: Fibra e Sfera con due strofe non eccelse ma precise e perfettamente in linea con il mood e Mahmood con il ritornello che ben si adatta al suo cantato. Il tutto condito perfettamente da Charles e Dardust che cuciono addosso ai tre artisti il tappeto musicale perfetto per questo tipo di brano, in cui ad uscire e rimanere in testa sono sicuramente i suoni martellanti del ritornello. Volevano la hit e probabilmente la hit è stata trovata, un pezzo che ci farà compagnia con tutta probabilità per tutta la bella stagione tra un aperitivo e l’altro sotto il sole e che segue i successi precedenti dei tre artisti coinvolti.

Fuori da venerdì scorso anche il nuovo lavoro di Mostro dal titolo The Illest Vol. 2 (VOTO: 7,5), secondo capitolo della saga che arriva a 2 anni di distanza dall’ultimo album ufficiale Ogni maledetto giorno. Il disco è un bel mix di cose interessanti che testimoniano la crescita del rapper romano che qui si fa spazio tra brani più soft come Non voglio morire, e pezzi molto più ritmati e arrabbiati, in cui ad uscire è la solita “cazzima” di Mostro, consolidata e già nota nel tempo. L’arista della scuderia Honiro dice tante cose e lo fa senza filtri o artefatti, arriva diretto e schietto e colpisce proprio per questo. Un lavoro che mostra il coraggio avuto nel fatto di non appoggiarsi ai suoni tanto di moda oggi e allo stesso tempo quello di non dover cedere posto a ritornelli orecchiabili e radio friendly. Disco onesto e super coerente, nonostante la sperimentazione che si nota, essendo uno street album.

Altro producer sugli scudi questa settimana è Big Fish, fuori con il brano Fuck’d Up (VOTO 7) insieme a Nitro, Nerone e Tormento, dopo il buon riscontro del pezzo Torcida, uscito qualche settimana fa. Il brano rimane in linea con il mood degli ultimi lavori del producer; i tre rapper si alternano bene sulla base old school per un singolo che punta tutto sulle barre taglienti dei tre e che, al contrario di Calipso, mira ad un target molto più purista e meno pop.

Chiude questa settimana Rinascimento (VOTO 7-) di Laioung, disco che rilancia l’artista dopo un periodo di apparente appannamento. Un lavoro maturo e ben curato che per essere apprezzato richiede più di un ascolto. Non il disco della vita, ma un progetto ricco di buoni spunti che potrebbe diventare la base per costruire la rinascita del rapper nato a Bruxelles.

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

By Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.