Recensiamo Rap: ecco il disco di J-Ax, nuova musica anche per Mostro, Nayt e Cromo

Tutte le uscite dal mondo rap della scorsa settimana

Era certamente uno degli artisti più attesi dell’anno: J-Ax con il suo disco ReAle (ne abbiamo già parlato qui), torna a tutti gli effetti a correre da solo dopo l’esperienza in coppia con l’ex socio ed amico Fedez, redditizia per risultati ed accoglienza di pubblico e critica. In questo senso, così come l’ultimo lavoro solista del rapper lombardo dal titolo Il bello d’esser brutti, anche questo album rappresenta una nuova rinascita. Una rinascita che passa proprio attraverso tutto “il bello e il brutto” proposto dall’artista finora.

J-Ax cerca, con questo nuovo progetto discografico, di convincere il pubblico puntando su tutte le sue qualità migliori: c’è l’Ax più ruvido e impegnato, quello nostalgico, che come al solito si trova al suo agio nell’immaginario anni ’90, quello da hit estiva e poi c’è il lato tenero, ben espresso nel già singolo Tutto suo madre, il tutto condito da un mix di ospiti di primo livello. L’artista non ha paura, come sempre, di mostrarsi esattamente per com’è, con la consapevolezza di non poter piacere per forza a tutti, ma con le spalle abbastanza larghe per fregarsene. Un progetto onesto, molto più pop che rap nella sua realizzazione, ma che mantiene comunque una sua identità pur non strizzando l’occhio alle esigenze commerciali. VOTO: 7

Non mancano, per quanto riguarda la scorsa settimana, nemmeno le uscite dal punto di vista dei singoli, e in questo senso menzione importate per Mostro e La città, nuovo brano che anticipa l’uscita dell’album, prevista per febbraio. In questo caso l’artista romano torna con un pezzo che si discosta parecchio, per sonorità e flow, dalle solite proposte. Chitarra acustica e batteria accompagnano le rime del rapper che stavolta punta su toni più “morbidi”, intervallando due belle strofe con un inciso molto potente che, nella sua semplicità, ha il grande merito di colpire fin dal primo ascolto. C’è un senso di nostalgia continuo che accompagna il brano, ottimo antipasto in attesa del nuovo progetto discografico. VOTO: 8-

Tempo di nuova musica anche per Nayt, fuori da venerdì con il suo nuovo singolo Passala, prodotto da 3D che conferma la volontà dell’artista di tornare in questo 2020 con un nuovo progetto discografico, in cui con tutta probabilità questo brano sarà presente. Un pezzo che non rappresenta una vera e propria novità per il rapper che, come spesso fatto finora, sceglie di farsi trainare dalle sua abilità tecniche che in questo caso si mostrano molto più evidenti rispetto al contenuto del testo. Un ritornello martellante basterà per tentare l’effetto hit? VOTO: 6-

Una collaborazione unisce invece per la prima volta Cromo e Clementino, insieme sulla traccia Non esco, fuori da venerdì su tutte le piattaforme. Un testo leggero che si appoggia ad una base “soft” ben costruita in cui i due rapper si trovano e si incastrano in maniera convincente. Clementino aggiunge “fuoco” ed imprevedibilità ad un brano che piace senza tuttavia colpire eccessivamente. VOTO: 6,5

Torna con nuova energia (e per la prima volta in major) Egreen con Raddoppio (VOTO: 7), brano che è la perfetta dimostrazione del fatto che passare da underground a major non vuol dire per forza perdere la propria identità e la propria verve, anche per un artista che all’interno del mondo dell’underground ha costruito tanto con fatica e sudore. Nuovi singoli, ma molto più pop che rap anche per Carl Brave (Che poi, VOTO: 7-) e Raige (Occhi inverno, VOTO: 6,5). Ancora una collaborazione dal mondo rap invece per Elodie che stavolta sceglie Fabri Fibra per il suo nuovo singolo Mal di testa, in cui in ogni caso il rapper marchigiano mantiene un ruolo abbastanza marginale (VOTO: 6,5).

The following two tabs change content below.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Francesco Cavalli

Vent'anni e una vita divisa da sempre in due passioni: calcio e musica. Studia per diventare giornalista. Apprezza la musica in tutte le sue forme ascoltando tutto ciò che passa dal suo mp3 24 ore su 24. Il suo passatempo preferito è annotare, scrivere e commentare tutta la musica che ascolta.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.