sabato, Maggio 25, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

RM Song Of The Week #15: “Io e te” di Ermal Meta feat. Levante

La RM Song Of The Week di questa settimana è “Io e te” di Ermal Meta feat. Levante

Quindicesimo appuntamento con la nostra rubrica RM Song Of The Week è la scelta per questa settimana è ricaduta su “Io e te“, l’intensissimo duetto tra Ermal Meta Levante contenuto in “Buona fortuna“, nuovo album di inediti del cantautore pubblicato venerdì.

Una collaborazione nata da una canzone che, all’autore, appariva inizialmente incompleta: “A canzoni finite – ha raccontato Ermal durante la conferenza stampa di presentazione del disco – mi sono accorto che c’era bisogno di qualcuno in più, una voce per raccontare la storia che avevano dentro. Così ho chiamato Claudia (Levante) perché, con la sua cazzimma, era ideale per quel brano e ha dato l’anima che mancava alla canzone“.

Questo invece il significato della canzone, direttamente dalle sue parole: “Non c’è niente di più triste che lasciarsi a Milano. Il mio amico Andrea lo sa bene. Mi racconta con gli occhi lucidi di lei che se n’è andata chissà dove, a pochi passi o chilometri, che importa. Ormai se n’è andata. Siamo stupidi a volte. Dimentichiamo il motivo per cui ci siamo scelti e non quello per cui non ci vogliamo più. Bisognerebbe riconoscerla sempre la fortuna, ma se proprio deve finire servirebbe un marchingegno per estirpare i bei momenti a cui pensi quando una storia finisce. Sarebbe tutto più facile“.

The following two tabs change content below.

Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.
Nick Tara
Nick Tara
Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.