sabato, Giugno 22, 2024

CLASSIFICHE

SUGGERITI

RM Song Of The Week #19: Morgan attacca l’industria musicale con i “Rutti”

La RM Song Of The Week di questa settimana è “Rutti” di Morgan

Nuovo appuntamento con la nostra rubrica RM Song Of The Week e la scelta questa settimana è ricaduta su “Rutti“, il nuovo singolo di Morgan presentato in anteprima sul palco del Concerto del Primo Maggio e ora disponibile anche in radio e sulle piattaforme digitali.

Da ormai noto promotore di battaglie a favore della qualità e della cultura, Morgan pubblica qui un’invettiva nei confronti dell’industria discografica, colpevole del decadimento culturale e qualitativo che ha subito il mondo della musica negli ultimi anni.

Il quadro che emerge è quello di un mondo mosso unicamente dal dio denaro (“Loro farebbero col diavolo dei patti per riuscire a fare i soldi con i rutti“), dove i numeri vengono messi davanti alla qualità (“Si chiama musica, cosa magnifica, che qui confondono con la classifica“) e dove anche il pubblico non è più in grado di distinguere talento e mediocrità.

Rutti” è un brano coraggioso, particolarmente sentito e necessario in un’epoca in cui, spesso, si ha paura a denunciare un sistema che avrebbe bisogno di essere rivoluzionato per tornare a far parlare, veramente, solo la musica.

The following two tabs change content below.

Nick Tara

Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.
Nick Tara
Nick Tara
Classe '92, ascoltatore atipico nel 2022 e boomer precoce per scelta: mi nutro di tradizione e non digerisco molte nuove tendenze, compro ancora i cd e non ho Spotify. Definito da Elettra Lamborghini "critico della sagra della salsiccia", il sogno della scrittura l'ho abbandonato per anni in un cassetto riaperto grazie a Kekko dei Modà, prima ascoltando un suo discorso, poi con la sincera stima che mi ha dimostrato.