Sanremo 2009, viaggio nella storia del Festival

Torna Paolo Bonolis, ma non riesce a ripetere il miracolo della sua prima edizione. Vince Marco Carta e si inaugura la lunga stagione dei talent show

Sanremo 2009La cinquantanovesima edizione del Festival della canzone italiana, in scena al Teatro Ariston di Sanremo dal 17 al 21 febbraio, è stata condotta per la seconda volta da Paolo Bonolis, affiancato dal fedele Luca Laurenti e nella serata finale da Maria De Filippi. Ventisei le canzoni in gara, suddivise nelle due categorie “Campioni” e “Nuove Proposte”. Tra i veterani della sezione big, segnaliamo i ritorni di Francesco Renga, Patty Pravo Marco Masini, Fausto Leali, Iva Zanicchi, Al Bano Carrisi, Alexia, Dolcenera, Nicky Nicolai e Stefano Di Battista, Povia, Pupo, Paolo Belli e Tricarico, oltre agli esordi degli AfterhoursYoussou N’DourGemelli DiVersi, Mario LavezziSal da Vinci e del vincitore Marco Carta, sul gradino più alto del podio con “La forza mia”.

Tra le Nuove Proposte, invece, spiccano le presenze di Malika Ayane, Irene Fornaciari, Chiara Canzian, Filippo Perbellini, Barbara Gilbo, Iskra, Silvia Aprile, Karima, Simona Molinari e Arisa, che si aggiudica il titolo con la filastrocca-tormentone “Sincerità”. Tanti gli ospiti che si sono alternati nel corso delle cinque serate, tra cui ricordiamo Katy Perry, Annie Lennox, Burt Bacharach, Mario Biondi, Giovanni Allevi, Lelio Luttazzi, Pino Daniele, Gino Paoli, Ornella Vanoni, Roberto Vecchioni, Zucchero, Riccardo Cocciante, Massimo Ranieri e Lucio Dalla.

Top e Flop di Sanremo 2009

Top
1. Arisa  – “Sincerità”
2. Marco Carta – “La forza mia”  
3. Malika Ayane – “Come foglie”     

Flop
1. Francesco Tricarico – Il bosco delle fragole”  
2.  Francesco Renga – “Uomo senza età”  
3. Iskra – Quasi amore

Sanremo 2009 ArisaAd imporsi nelle classifiche di vendita all’indomani dalla kermesse, oltre alle due canzoni vincitrici, “La forza mia” di Marco Carta tra i big e “Sincerità” di Arisa tra i giovani, saranno soprattutto Come foglie di Malika Ayane e “Il mio amore unico” di Dolcenera. Tra gli altri brani di successo presenti in questa edizione ricordiamo “E io verrò un giorno la” di Patty Pravo, L’Italia di Marco Masini, “Una piccola parte di me” di Fausto Leali, “Non riesco a farti innamorare” di Sal da Vinci, “L’amore è sempre amore” di Al Bano Carrisi, Ti voglio senza amore di Iva Zanicchi, “Biancaneve” della coppia composta da Alexia e Mario Lavezzi, “Più sole” di Nicky Nicolai e Stefano Di Battista (scritta da Jovanotti), Come ogni ora di Karima, “Egocentrica” di Simona Molinari, Spiove il sole di Irene Fornaciari, “Vivi per miracolo” dei Gemelli DiVersi e Il paese è reale degli Afterhours.

LE CONCLUSIONI DEL DIRETTORE

Dal 2009 il Festival di Sanremo cambia pelle, nel bene o nel male. Con il secondo mandato di Paolo Bonolis sul palco dell’Ariston fanno il loro ingresso nella gara canora più popolare e longeva d’Italia i cosiddetti ex-talent. Se tra i big il giovanissimo Marco Carta (vincitore appena qualche mese prima di Amici 7) vince a furor di popolo il leoncino d’oro, tra le Nuove Proposte la collega di talent Karima non riesce nella medesima impresa. Tema fondante di tutta l’edizione è stato il racconto dell’amore nelle sue diverse forme: dal sentimento assoluto raccontato dall’energica e travolgente Dolcenera con ‘Il mio amore unico’ si è passati a quello fortemente divisivo di Povia con la chiacchieratissima ‘Luca era gay’. E’ un’edizione, però, particolarmente ricca anche dal punto di vista delle Nuove Proposte che vede partecipare future stelle della nostra attuale musica italiana: oltre alla vincitrice ed istrionica Arisa sono presenti anche la particolarissima Malika Ayane, che spopola in radio con ‘Come foglie’ di Giuliano Sangiorgi, Simona Molinari e Irene Fornaciari. Particolarità dell’annata fu il fatto che ogni giovane era accompagnato in gara da un’accoppiata con un big della musica italiana.

 

The following two tabs change content below.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Nico Donvito

Appassionato di scrittura, consumatore seriale di musica italiana e spettatore interessato di qualsiasi forma di intrattenimento. Innamorato della vita e della propria città (Milano), ma al tempo stesso viaggiatore incallito e fantasista per vocazione.

Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.