Sanremo 2018: la scheda di Giovanni Caccamo – Tutto quello che c’è da sapere

Precedenti al Festival, giudizi della stampa, quote dei bookmakers, album, tracklist, autori e testo del brano

PARTECIPAZIONI A SANREMO:giovanni caccamo

Terza partecipazione al Festival di Sanremo per Ermal Meta che, finora, vantava una presenza tra le Nuove Proposte e una tra i big. L’esordio avviene nel 2015 tra i Giovani con il brano Ritornerò da te, risultato il vincitore assoluto del girone permettendo l’anno seguente, nel 2016, l’approdo tra i big in coppia con Deborah Iurato per il brano Via da qui scritto da Giuliano Sangiorgi e risultato il terzo classificato dietro ai vincitori degli Stadio.

IL BRANO:

Per la sua nuova partecipazione alla kermesse il cantautore siciliano proporrà la canzone Eterno scritta in collaborazione con Cheope Mogol.

COME NE PARLA LA STAMPA:

“Un recitativo in crescendo che non convince. Scritta con Cheope, cerca l’amore («Prendimi la mano scappiamo via lontano»). VOTO: 4” [Rita Vecchio, Il Messaggero]

“«Sento che in questo momento / qualcosa di strano qualcosa di eterno / mi tiene la mano. E tutte le pagine di questa vita / le ho tra le dita». Torniamo alle relazioni eterne che durano per sempre e salvano la vita, scrive il cantautore di Modica con un ritocco di Cheope. Un brano perfetto per Sanremo con un ritornello semplice e cantabile ripetuto in crescendo con l’orchestra, che verrà esaltato la sera dei duetti dalla voce di Arisa” [Avvenire]

“È una fuga dal mondo. “Ne voglio uno senza nebbia e senza rabbia/Chiusi dentro di noi”. La canzone trionfa con i violini, vedremo che effetto farà con la visione dell’orchestra. Melodico moderno. Voto: 6.5” [Gabriella Mancini, Gazzetta.it]

“Riconosco l’eleganza di Giovanni Caccamo in Eterno” [Marco Mangiarotti, QN]

“Chissà se il numero 3 (terza partecipazione al Festival, alla prima vinse tra le nuove proposte) porterà fortuna a un ragazzo maturo nella vocalità e nella scelta dei suoni. Partenza con pianoforte solo ed esplosione con orchestra. Notevole. Voto: 7” [Luca Dondoni, La Stampa]

“Così come fa Giovanni Caccamo che nella sua ballata d’amore mostra un’eleganza d’altri tempi. Il suo brano si intitola Eterno” [Paolo Giordano, Il giornale]

Tante parole per questo ritorno di Giovanni Caccamo. È una ballad intensa con un testo per nulla scontato. Il tema rimane sempre quello dell’amore (L’amore può salvare) ma va oltre. Cosa resta di un rapporto? – sembra chiedersi. Il ritornello è ben pensato per l’esecuzione con l’orchestra di Sanremo” [Billboard Italia]

“Caccamo ha scritto testi (con Cheope) e musica di una ballata romantica con violini, orchestra e aperture pazzesche. Sembra un fatto apposta per essere suonato sul palco delFestival di Sanremo. Oh, per me vince. Ovviamente tizianismi e jovanottismi a go-go. Voto: 9 Frase epica: “Tutte le pagine di questa vita ho tra le dita”. Bravo” [Maria Elena Barnabi, Cosmopolitan]

e quella in crescendo di un sofisticato Giovanni Caccamo che in ‘Eterno’ canta l’amore che non chiede niente se non perdersi negli occhi del partner” [Antonella Nesi, Adnkronos]

“L’intro di pianoforte è una costante per i brani di Caccamo. Eterno è una canzone da ascoltare ad occhi chiusi, almeno per il primo minuto e mezzo. La voce di Giovanni è uno strumento che ben si sposa con gli archi (a tratti anche pizzicati). La ritmica entra solo con la seconda strofa. Pur avendo una costruzione classica (strofa + ritornello + strofa + ritornello + bridge + ritornello + strofa), ha un non so che di moderno. Forse il miglior pezzo di Giovanni Caccamo, anche se il punto debole rimane il testo, un po’ scontato. Voto: 7” [Simone Zani, All Music Italia]

Probabilmente le lettere di Scarabeo con cui è stato scelto il titolo erano quelle. In realtà si sarebbe dovuto intitolare Etereo. O meglio ancora Fatuo. Ma senza fuoco, non ce ne vogliano gli eredi di Pierre Drieu La Rochelle. Le parole finali del testo meritano una esecuzione pubblica, senza processo, come dopo la caduta del Muro di Berlino o la fine di una guerra” [Michele Monina, Rolling Stone]

“Da eterna promessa che non trova il coraggio di sbocciare, schiacciata dall’adesione a un mainstream che non esiste più, canta di «non capire niente», forse evocando il mistero della sua presenza all’Ariston, rinforzata per l’esecuzione bis dalla presenza dell’ex vincitrice Arisa. Voto: 4” [Federico Vacalebre, Il Mattino]

“Accordi di pianoforte per poi aprirsi in un crescendo con l’orchestra per la canzone scritta da Caccamo con Cheope. “Prendimi la mano scappiamo via lontano in un mondo senza nebbia” canta osannando l’amore. Atmosfere che evocano Tiziano Ferro. Potrebbe portare a casa un buon risultato” [Andrea Conti, RTL 102.5]

Giovanni è proprio bravo, soprattutto quando mette a nudo tutto il cuore che ha nella voce. Eterno è una canzone che alza gli occhi al cielo, che indaga e scruta con fiducia l’infinito. Quando lo ascolto penso a Battiato, ed è un complimento” [Paola Gallo, Radio Italia]

“Voto: 5” [Mela Giannini, Fare Musica]

Giovanni Caccamo (per una sera al fianco di Arisa) è per l’Eterno: «E non volere niente, soltanto gli occhi tuoi, per sempre gli occhi tuoi. E prendimi la mano, scappiamo via lontano in un mondo senza nebbia, in un mondo senza rabbia. E non capire niente, a parte che l’amore può salvare»” [Silvia Gianatti, Vanity Fair]

VOTO MEDIO DELLA CRITICA AL PRIMO ASCOLTO: 6.6/10 (7° posizione generale)

QUOTE SNAI PER LA VITTORIA: 15.00 (10° posizione generale)

OSPITE DUETTANTE  PER LA SERATA DEL GIOVEDI’: Arisa

IL NUOVO ALBUM:Giovanni Caccamo - Eterno

Uscirà per Sugar Music il prossimo 9 febbraio Eterno, il nuovo album d’inediti del cantautore siculo, il terzo della sua carriera.

Tracklist con [autore testo – compositore musica]:

  1. Puoi fidarti di me
  2. Eterno [Giovanni Caccamo, Cheope – Giovanni Caccamo]
  3. Bisogno di tutto
  4. Quanto ti ho desiderato
  5. Il mio bene per te
  6. Se partissimo domani
  7. La sua figura
  8. Altrove

TESTO DEL BRANO:

ETERNO
di Giovanni Caccamo, Cheope
Edizioni Sugarmusic/Universal Music Italia – Milano

Prendimi la mano scappiamo via lontano
In un mondo senza nebbia, in un mondo senza rabbia
Chiusi dentro di noi, insieme io e te per sempre
Senza volere niente, a parte questo nostro naufragare e non cercare niente
Più niente a parte noi

QUI IL TESTO INTERO

The following two tabs change content below.

Ilario Luisetto

Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.
Creatore e direttore di "Recensiamo Musica" dal 2012. Sanremo ed il pop (esclusivamente ed orgogliosamente italiano) sono casa mia. Mia Martini è nel mio cuore sopra ogni altra/o ma sono alla costante ricerca di nuove grandi voci. Nostalgico e sognatore amo tutto quello che nella musica è vero. Meno quello che è costruito anche se perfetto. Meglio essere che apparire.